I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

21 Agosto 2021 – Afghanistan, Tony Blair condanna il ritiro da Kabul. Israele colpisce depositi armi Hamas vicino al campo profughi di Nusirat e ad una centrale elettrica. Parigi, in 175mila sfilano contro il Green Pass.

L’abbandono dell’Afghanistan e del suo popolo è tragico, pericoloso e inutile, non è nè nel loro interesse, nè nel nostro“. Lo scrive l’ex premier britannico Tony Blair sul sito della sua fondazione, intervenendo per la prima volta dalla caduta di Kabul in mano ai talebani.

La Grecia ha eretto una barriera dotata di un sistema di sorveglianza lungo un tratto di 40 chilometri del suo confine con la Turchia per fermare un’eventuale ondata di migranti dall’Afghanistan. Lo riporta la Bbc. “Non possiamo aspettare passivamente il possibile impatto”, ha detto ieri il ministro della Protezione dei cittadini, Michalis Chrisochoidis, durante una visita nella regione di Evros: “I nostri confini rimarranno inviolabili”. 

Si susseguono le notizie terribili e raccapriccianti sulle violenze dei talebani contro le donne, diffuse dalle attiviste da tutto il mondo per sensibilizzare la comunità internazionale sulle drammatiche prospettive per la popolazione femminile dell’Afghanistan. Circola in particolare, veicolata da una giudice afghana che vive negli Stati Uniti, la storia di una donna che sarebbe stata bruciata dai combattenti talebani non soddisfatti di quello che aveva cucinato per loro. A riferirla sono diversi media britannici, a partire da Sky news.

I caccia israeliani hanno colpito quattro depositi di armi di Hamas: lo rende noto l’esercito dello Stato ebraico precisando che si tratta della risposta all’assalto da parte di alcuni manifestanti palestinesi avvenuto nel pomeriggio al confine con la striscia di Gaza. “Secondo i media e i testimoni oculari di Gaza, l’esercito israeliano ha attaccato obiettivi di Hamas nella Striscia di Gaza, in seguito a violenti scontri al confine tra Israele e Gaza scoppiati nel, durante i quali decine di abitanti di Gaza sono stati feriti e un soldato dell’Idf in condizioni critiche è stato evacuato per un vicino ospedale dopo essere stato colpito da proiettili veri. Secondo i resoconti dei media palestinesi, sono stati uditi suoni di esplosioni vicino a una centrale elettrica e in un complesso vicino al campo profughi di Nusirat, nella Striscia di Gaza centrale“.

Lofti Ali, deputato della coalizione nazionale, è il sesto a cadere sotto la scure della revoca dell’immunità parlamentare in Tunisia, parte del colpo di mano voluto il 25 luglio scorso dal presidente Kais Saied, insieme al licenziamento del premier Hichem Mechichi e la sospensione del Parlamento.

Per il sesto weekend di fila si sono mobilitati in tanti in Francia contro il green pass. Secondo i media francesi si sono registrati oltre 220 manifestazioni e oltre 175 mila manifestanti. Un numero che sarebbe in calo rispetto ai 215 mila manifestanti registrati il weekend scorso. 

In Austria i casi di coronavirus continuano a salire e c’e’ preoccupazione in vista dell’autunno. Il cancelliere Sebastian Kurz, rientrato da un periodo di ferie, guarda al futuro e ipotizza che l’accesso nei ristoranti per consumare la cena venga riservato solo a persone vaccinate.

La risposta della Russia alle sanzioni statunitensi sarà “dura e adeguata“. Lo ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, come riportato dal quotidiano “Kommersant”. Secondo la portavoce, le sanzioni degli Usa alla Russia sono “dettate dalla mancanza di volontà di politica e dalla riluttanza a sviluppare le relazioni russo-statunitensi su una base di partenariato“.

Le esportazioni egiziane non petrolifere hanno registrato un aumento del 22 per cento nei primi 7 mesi del 2021, raggiungendo i 17,70 miliardi di dollari, rispetto ai circa 14,55 miliardi di dollari registrati nello stesso periodo del 2020.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password