I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

20 Marzo 2021 – Erdogan esce dalla Convenzione di Istanbul a tutela delle donne e attacca le milizie curde. Italia aderisce all’Alleanza solare internazionale. Congo, Kolelas chiama alle urne i suoi sostenitori

L’aviazione turca ha condotto martedì sera dei raid aerei su una zona controllata dalle milizie curde nel nord della Siria, i primi da 17 mesi. Lo denuncia l’Osservatorio siriano dei diritti umani. “Un aereo da combattimento turco ha preso di mira delle postazioni militari delle Forze democratiche siriane (Fds, a guida curda) nel villaggio di Saida, nella periferia di Ain Issa”, ha precisato l’ong. 

Migliaia di persone hanno manifestato a Istanbul per chiedere al presidente Recep Tayyip Erdogan di rivedere la sua decisione di abbandonare la Convenzione di Istanbul del 2011, il primo trattato vincolante per prevenire e combattere la violenza sulle donne. “Fai marchia indietro, applica il trattato” scandivano le donne nel quartiere di Kadikoy sul lato asiatico di Istanbul. Amministrazione Macron condanna la scelta.

L’Italia aderisce all’Alleanza solare internazionale (Isa). L’Isa, il cui segretariato ha sede nella capitale indiana, e’ stata lanciata a Parigi nel 2015 dal primo ministro Narendra Modi in occasione della Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici Cop 21 con l’obiettivo di creare una piattaforma per lo sviluppo di tecnologie per la produzione di energia solare e per accrescere lo sviluppo sostenibile e rafforzare la sicurezza energetica, nonche’ l’accesso all’energia ai Paesi in via di sviluppo. 

Combatto con la morte, ma chiedo comunque di levarvi e andare a votare per il cambiamento: non avrò combattuto per niente“: costretto a letto, la voce affaticata, Guy-Brice Parfait Kolelas, principale sfidante del presidente uscente congolese Denis Sassou Nguesso, al potere da 36 anni, ha rivolto un appello video – alla vigilia dell’apertura delle urne nella Repubblica del Congo – chiedendo ai suoi sostenitori di andare a votare. 

Veglie e manifestazioni oggi in varie città degli Stati Uniti, da New York a San Francisco, per chiedere di mettere fine alle violenze contro gli asiatici americani, dopo le sparatorie in tre sale massaggio di Atlanta che hanno causato la morte di otto persone, di cui sei donne di origine orientale.

Sul decreto legge ‘sostegni’, approvato ieri dal consiglio dei ministri, è arrivata la ‘bollinatura’ della Ragioneria dello Stato. 

Honda Motor ha annunciato la sospensione delle operazioni presso cinque suoi stabilimenti negli Stati Uniti e in Canada per una settimana a partire dal prossimo 22 marzo. Fonti aziendali citate dal quotidiano “Nikkei” riferiscono che il blocco temporaneo della produzione è causato dalla carenza di semiconduttori sul mercato, e da ritardi nelle forniture di componenti e materiale dall’Asia. 

I governi di Kirghizistan e Uzbekistan hanno firmato un accordo per l’istituzione di un Fondo di sviluppo congiunto.

A tre giorni dalle elezioni politiche, migliaia di israeliani hanno manifestato a Gerusalemme chiedendo le dimissioni del premier, Benjamin Netanyahu.

E’ stato battuto all’asta, nel Regno Unito, un gruppo di biglietti autografi dalla principessa Diana, scritti tra il 1990 e il 1997 a un amico di famiglia: la raccolta è stata venduta per un totale di 82mila sterline. Tra i biglietti – con il monogramma sormontato dalla coroncina, bordati in rosso carminio e provenienti da Kensington Palace – ce n’era uno in cui Lady D parlava della regina come del ‘boss’.

In Bulgaria entro pochi mesi verrà costruita una nuova unità dello stabilimento farmaceutico Biovet nella città di Razgrad (nord), che produrrà vaccini, anche quelli anticovid. Lo ha dichiarato oggi il premier Boyko Borissov.

nuovo primo ministro libico, Abdul Hamid Dbeibah, in messaggi su Twitter ha annunciato di aver “chiesto al Procuratore generale di aprire un’inchiesta” sulla decina di corpi di persone uccise a colpi di arma da fuoco e rinvenuti giovedì a Bengasi, città nella zona controllata dal generale Khalifa Haftar.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password