I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

20 Luglio 2020 – Usa, 20 città aderiscono allo sciopero Black Lives Matter. Continua la mediazione sul Recovery Fund ridimensionato.

Migliaia di lavoratori americani hanno scioperato oggi in solidarieta’ col movimento ‘Black Lives Matter’ in una rara alleanza tra sindacati, gruppi ambientalisti e religiosi, che chiedono maggiore giustizia razziale e parita’ sul luogo di lavoro. I lavoratori hanno aderito in oltre 20 citta’ – tra cui New York, Los Angeles e Boston – in quella che e’ l’iniziativa piu’ vicina a uno sciopero generale mai vista negli Usa in piu’ di un secolo. 

Si va verso l’approvazione del Recovery Fund seppure in versione rimaneggiata. Alla fine i piani presentati dagli Stati membri verranno approvati a maggioranza dal Consiglio UE senza unanimità come richiesto dall’Olanda e dagli altri Paesi Frugali. In merito allo stato di diritto, invece, nella proposta di Michel e’ stato aggiunto un paragrafo che lega i finanziamenti europei al rispetto dei parametri dello stato di diritto. Nel documento si specifica che “in caso di tali carenze, la Commissione proporra’ delle misure adeguate e proporzionate che dovranno essere approvate dal Consiglio a maggioranza qualificata“. Tuttavia, é stata aggiunta una nuova postilla per rimarcare che “questo processo dovrebbe rispettare i principi di obiettività, non discriminazione e parità di trattamento degli Stati membri e dovrebbe essere condotto secondo un approccio non partigiano e basato sull’evidenza”. Si riduce anche da 500 miliardi a 390 l’ammontare delle sovvenzioni come voluto sempre da Rutte. Sarebbero quindi diminuiti di 3,84 miliardi di euro i sussidi all’Italia previsti nella proposta di Next generation Ue avanzata da Charles Michel, se confrontata con la prima bozza presentata in Consiglio europeo. Rimarrebbero invece sostanzialmente invariati se il confronto viene compiuto con la bozza Von der Leyen (con uno scostamento, in questo caso, di 0,407 miliardi per quanto riguarda i sudditi mentre i prestiti salirebbero di. 36,4miliardi di euro.

I tre principali gruppi di creditori dell’Argentina, “Ad Hoc Argentine Bondholder Group”, “Exchange Bondholder Group” e “Argentine Creditor Committee”, hanno rifiutato l’ultima offerta del governo di Alberto Fernandez e hanno presentato oggi una controproposta congiunta, nell’ambito del negoziato per la ristrutturazione di 66,3 miliardi di dollari del debito estero.  

Almeno sei missili hanno preso di mira posizioni dell’esercito di Assad e delle milizie alleate dell’Iran a sud della capitale Damasco“, ha detto il direttore dell’Osservatorio siriano per i diritti umani, Rami Abdel Rahmane. Secondo i media ufficiali siriani, “aerei da guerra israeliani hanno lanciato missili dallo spazio aereo del Golan siriano ‘occupato verso Damasco meridionale, i nostri sistemi di difesa aerea ne hanno intercettati e abbattuti diversi e il danno e’ solo materiale“. 

Nel giorno in cui il Parlamento egiziano ha dato il via libera a un eventuale intervento militare in Libia contro le forze del Governo di accordo nazionale di Tripoli, sostenute dalla Turchia, il presidente Abdel Fattah al-Sisi e’ stato impegnato in colloqui telefonici con il presidente americano, Donald Trump, e il presidente francese, Emmanuel Macron.

I leader dem di Camera e Senato hanno chiesto all’Fbi di poter aver accesso ad informazioni di controspionaggio, affermando che membri del Congresso sono obiettivo di “concentrate campagne di interferenza elettorale” da parte di entità straniere.  Intanto Trump capitola e twitta una foto con indosso una mascherina “Siamo uniti nel nostro tentativo di sconfiggere l’Invisibile virus della Cina e molte persone sostengono che sia patriottico indossare una mascherina facciale quando non é possibile mantenere il distanziamente sociale. Non c’é nessuno più patriottico di me, il vostro presidente preferito!“.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password