I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

19 Febbraio 2021 – No allo stop alle sanzioni, ma Usa pronti a risedersi al tavolo sul nucleare. Intanto Russia estromessa da Biden al G7. Yemen è tragedia umanitaria

Gli Stati Uniti non revocheranno le sanzioni all’Iran prima di tornare ai negoziati sul programma nucleare di Teheran. Lo ha assicurato la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki. “Non pensiamo ad ulteriori azioni prima dei negoziati“. Gli Stati Uniti hanno accettato l’invito da parte dell’Unione europea a sedersi a un tavolo con l’Iran, volto a verificare se sussistono le condizioni per rilanciare l’accordo sul nucleare pattuito dall’amministrazione di Barack Obama nel 2015 e abbandonato dal successore, Donald Trump, nel 2018. Intanto il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, non intende invitare la Russia al G7.

Siamo sempre più preoccupati per il destino dei civili nel governatorato di Marib, nello Yemen settentrionale, tra cui almeno 800.000 sfollati interni, in mezzo a un’escalation delle ostilità mentre le forze Houthi, note anche come Ansar Allah, cercano di prendere il controllo della regione dal governo yemenita“. Lo ha detto la portavoce dell’Ufficio per i diritti umani delle Nazioni Unite Liz Throssell.

Il governo del Venezuela ha assicurato che lavora a un recupero del comparto energetico lanciando l’obiettivo di arrivare a produrre, entro la fine dell’anno, 1,5 milioni di barili al giorno.

E un raro furetto dai piedi neri la prima specie in via d’estinzione clonata con successo negli Stati Uniti. Lo ha annunciato l’Us Fish and Wildlife Service. L’animale, chiamato Elizabeth Ann, è stato ricavato dal Dna di Willa, un altro furetto congelato nel 1988. 

Abdul Hamid Dbeibah, primo ministro ad interim libico, ha incontrato ieri al Cairo il presidente egiziano, Abdel Fattah al-Sisi, e si è recato a Tobruk per discutere con il presidente del Parlamento locale, Aguila Saleh, le trattative avviate per la formazione di un nuovo governo. 

Il presidente della Repubblica federale Frank-Walter Steinmeier è andato nella cittadina di Hanau per commemorare le vittime della strage razzista che un anno fa ha fatto 9 vittime, tutte di origine straniera, colpite per mano di un 43 enne razzista. Il presidente ha invitato a fare chiarezza e a dare risposte esaurienti alle molte domande ancora aperte sulle circostanze dell’episodio.

Il comune di Parigi e i quattro principali operatori telefonici francesi hanno trovato un accordo sul lancio del 5G nella capitale, che avverrà nelle prossime settimane. Lo ha reso noto lo stesso comune chiarendo che e’ stata finalizzata la carta sulla nuova telefonia mobile.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password