I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

19 Agosto 2021 – Messico, un altro giornalista ucciso. Ammazzato dai talebani anche partente di un giornalista della Tv tedesca Deutsche Welle. Israele, sbloccati aiuti del Qatar per Striscia di Gaza. Rimpasto di governo in Venezuela

Il giornalista messicano Jacinto Romero Flores è stato ucciso nello Stato orientale di Veracruz, considerata una delle regioni piu’ pericolose al mondo per praticare il giornalismo. Le autorita’ locali, riferisce il quotidiano “Milenio“, hanno reso noto che il giornalista dell’emittente radiofonica “Ori Stereo” è stato colpito da un proiettile nel comune di Ixtaczoquitlan, nella zona montuosa centrale, dove c’è un’alta incidenza di reati legati alla disputa tra bande di narcotrafficanti. Sono 25 i professionisti assassinati a Veracruz dal 2010 ad oggi mentre sono in totale 141 giornalisti assassinati in Messico dal 2000, 21 dei quali durante l’attuale mandato di Lopez Obrador, che ha assunto il potere il 1 dicembre 2018. 

La tv pubblica tedesca Deutsche Welle ha reso noto che i Talebani hanno ucciso un parente di un loro giornalista e ne hanno ferito gravemente un altro. I guerriglieri cercavano il reporter che però si trova in Germania. Il direttore del Deutsche Welle, Peter Limbourg, ha condannato l’attacco spiegando che “l’uccisione di un parente di un nostro giornalista da parte dei Talebani è una tragedia che prova i rischi ai quali i nostri collaboratori e le loro famiglie sono esposte in Afghanistan”.

Israele ha annunciato un “nuovo meccanismo” per gli aiuti umanitari forniti dal Qatar alla Striscia di Gaza, con i soldi trasferiti direttamente dall’Onu alle persone che ne hanno bisogno. L’accordo ha messo fine a un impasse che bloccava fondi necessari per i palestinesi che vivono nell’enclave, pesantemente colpiti dal blocco israeliano e dai ripetuti conflitti tra Hamas e lo Stato ebraico.

Il presidente della Repubblica venezuelano Nicolas Maduro ha annunciato oggi un rimpasto di governo che riguarda cinque ministri, fra cui anche quelli degli Esteri e dell’Interno.

La difesa aerea siriana è entrata in azione questa sera contro “obiettivi ostili” nei cieli di Damasco in Siria, secondo quanto riferito dall’agenzia ufficiale siriana Sana. Poco dopo le 23:00 locale “si sono sentiti rumori di esplosioni nelle vicinanze di Damasco”, ha detto Sana, che normalmente con “obiettivi ostili” intende missili israeliani. 

Da domenica in Israele gli over 40 potranno ricevere la terza dose di vaccino anti-Covid.

Il governo di unità nazionale della Libia è in attesa dell’arrivo di delegazioni russe di alto livello a Tripoli per confermare il sostegno di Mosca alle nuove autorità esecutive. Lo ha dichiarato il ministro di Stato per le comunicazioni e gli Affari politici, Walid al Lafi, in un’intervista all’agenzia di stampa turca “Ria Novosti“. 

Il presidente turco Tayyip Erdogan ha chiesto ai leader europei di farsi carico della responsabilità di accogliere i migranti che fuggno dall’Afghanistan perché la Turchia non ha alcuna intenzione di diventare “il deposito dei migranti d’Europa“.

L’uomo che ha lanciato l’allarme bomba vicino al Campidoglio degli Stati Uniti si è arreso alle forze dell’ordine. L’uomo, identificato come Floyd Ray Roseberry, 49 anni, della Carolina del Nord, è suscito dal veicolo ed è stato preso in custodia poco prima delle 14.30 locali. Aveva accostato fuori dalla biblioteca all’inizio della giornata e aveva detto alla polizia di avere una bomba nel suo camion. L’uomo ha negoziato con la polizia durante per circa cinque ore. Aveva un manufatto composto di gas propano.

L’Iran sta rendendo “più complicati” i colloqui per rilanciare l’accordo internazionale sul nucleare (Jcpoa) con l’accelerazione del suo programma atomico. E’ la denuncia lanciata dai ministri degli Esteri di Germania, Francia e Regno Unito, che hanno espresso “grave preoccupazione” alla luce del rapporto dell’Aiea secondo cui Teheran ha portato l’arricchimento dell’uranio al 60%.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password