I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

16 Novembre 2020 – Manovra Italia, alta tensione tra il Governo Conte e i sindacati. Qatar contro accordi su Stato palestinese. Sagasti nuovo capo di Stato del Perù. Zaky, Amnesty International chiede intervento Italia

ll segretario generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri, trasmette in diretta Facebook il suo intervento durante l’incontro dei sindacati con il governo e anche il premier italiano Giuseppe Conte finisce nella diretta social. “Non abbiamo testi ufficiali” della manovra, portata al confronto con i sindacati dopo l’ok dal Consiglio dei ministri, lamenta Bombardieri. “Scusi lei è in diretta sulla sua pagina Facebook?“, chiede Conte. “Si’ presidente, l’ho chiarito al’inizio”, la risposta del sindacalista. “Non l’ho sentita, ma non abbiamo nulla da nascondere, l’importante è saperlo. D’ora in poi anche noi possiamo fare una diretta streaming…“, ribatte Conte. Botte da orbi anche tra la Cisl e il Governo. “Siamo davvero stupiti dalle parole della ministra Dadone perchè sono assolutamente fuori luogo“. Lo ha affermato la segretaria generale della Cisl, in riferimento al post su Facebook della ministra della Pa sulle risorse contenute nella legge di Bilancio per i rinnovi contrattuali e per “atti intimidatori” considerati inaccettabili. “Lo Stato italiano deve dare il buon esempio come datore di lavoro. I 400 milioni nella legge di bilancio – ha fatto notare Furlan – non bastano per rinnovare i contratti. E’ la seconda finanziaria di seguito dove non sono previste le risorse per i contratti”. 

Il ministro degli Esteri del Qatar, Mohammed bin Abdulrahman Al-Thani, si è schierato contro gli accordi di normalizzazione con Israele da parte dei Paesi arabo-musulmani, sottolineando che minano gli sforzi per raggiungere uno Stato palestinese.

Quattro persone armate sono morte in uno scontro con soldati venezuelani in circostanze ancora del tutto da chiare. Lo riporta oggi il portale “Ultimas noticias“, ritenuto vicino al governo venezuelano, secondo cui i quattro, “di presunta nazionalità colombiana, sono morti durante uno scontro con agenti della Forza armata nazionale bolivariana (Fanb)” nello stato di Bolivar. La testata, che cita fonti della procura militare venezuelana, segnala che i militari erano impegnati in una operazione di rastrellamento contro gruppi armati illegali.

Francesco Sagasti, esponente del Partido Morado (Viola), dopo la sua elezione oggi come presidente del Congresso (Parlamento unicamerale), assumerà le funzioni di capo dello Stato del Perù in una cerimonia che si svolgerà domani a Lima a partire dalle 16 (le 22 italiane).

L’arresto di Mohamed Basheer, direttore amministrativo dell’ong Iniziativa egiziana per i diritti della persona (Eipr), con cui collaborava Patrick Zaky, è un “atto di rappresaglia” che rende “particolarmente urgente e necessario un intervento della Farnesina“. Lo ha affermato Amnesty International in una nota, sottolineando che l’arresto eèavvenuto “dopo l’incontro dell’Eipr con una delegazione di ambasciatori, tra cui quello italiano“. 

E’ improbabile che la nuova tecnologia dell’idrogeno pulito trasformerà in modo significativo il mercato europeo dell’energia o avrà un impatto dirompente sui modelli di business delle utility almeno fino al 2025. Lo afferma S&P Global Ratings, che allo stesso tempo sottolinea come l’idrogeno sia un elemento sempre più importante nella transizione energetica europea e nei piani di ripresa economica.

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha annunciato che il presidente Donald Trump emetterà un decreto già questa settimana per dimezzare il numero di truppe in Afghanistan e in Iraq entro metà gennaio. Lo ha riferito la Cnn, citando due funzionari statunitensi. L’amministrazione degli Stati Uniti si sta preparando ad andare avanti con una proposta per abbassare i prezzi dei farmaci, e l’ordine esecutivo potrebbe arrivare già questa settimana.

Il governo dell’Etiopia è tornato a respingere le proposte di mediazione nel conflitto del Tigre’ che via via stanno arrivando da più parti a livello regionale e internazionale. L’aeronautica militare etiope ha lanciato oggi un attacco aereo su un quartiere di Mekele, la capitale della regione settentrionale del Tigray, teatro di un conflitto tra i ribelli del Fronte di liberazione popolare del Tigray (TPLF) e le forze fedeli al governo federale, Redwan Hussein.

Il presidente della Turchia, Recep Tayyip Erdogan, sarebbe atteso domani per una visita nella capitale libica, Tripoli. 

Il Partito Destouriano libero (Pdl), formazione politica laica ispirata al Bourghibismo, guidata dalla pasionaria Abir Moussi, con simpatie non celate per il periodo dell’ex presidente Ben Ali, hanno cominciato oggi il sit-in “della rabbia” davanti alla sede dell’Unione internazionale degli studiosi musulmani (Iums) in Avenue Kheireddine Pasha a Tunisi, per chiederne la chiusura. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password