I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

16 Dicembre 2020 – Italia, turismo chiude a -53miliardi. Mozambico, Filipe Nyusi rivela identità dei miliziani jihadisti. Il Texas guida la rivolta contro Google. Cittadino keniota accusato di aver pianificato nuovo 11 settembre

Il turismo è il comparto più colpito dalla crisi pandemica che ha investito il mondo. La fotografia di ISNART-Unioncamere è eloquente: il 2020 chiude con 53 miliardi di euro in meno rispetto al 2019 e per i primi tre mesi del 2021 si stima una perdita di ricavi di 7,9 miliardi di euro.

Dopo mesi di negoziati con Pechino, nella prima settimana di gennaio gli scienziati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) si recheranno a Wuhan, la citta’ dove inizio’ la pandemia di coronavirus, per indagare sull’origine del contagio. 

Il presidente del Mozambico, Filipe Nyusi, ha detto oggi che il governo era consapevole della radicalizzazione islamica nella provincia di Cabo Delgado, a nord del Paese, cinque anni prima che i miliziani jihadisti iniziassero i loro attacchi, causa di 2.300 morti e di oltre 570 mila sfollati. In un messaggio ai deputati trasmesso dall’emittente televisiva statale, Nyusi ha rivelato l’identità dei presunti leader e i dettagli della crescita della loro organizzazione. 

Dieci stati americani, guidati dal Texas, fanno causa a Google per comportamento anticoncorrenziale, in quello che e’ un nuovo schiaffo a Mountain View dopo l’azione antitrust del Dipartimento di Giustizia, che ha puntato l’attenzione sulle sue pratiche di ricerca. 

Il presidente della Bundesbank, Jens Weidmann, ha criticato le misure di politica monetaria per far fronte alla crisi del coronavirus adottate dal Consiglio direttivo della Banca centrale europea (Bce) il 10 dicembre scorso. E’ quanto riferisce il quotidiano “Handelsblatt“.

La sonda Chang’e 5 è tornata sulla Terra, portando con sè i primi frammenti di roccia e detriti dalla Luna in oltre 40 anni.

Lo Space Command degli Stati Uniti ha accusato su Twitter la Russia di stare sperimentando missili in grado di colpire i satelliti in orbita. Il comando ha poi promesso che proteggera’ gli Stati Uniti dalle “aggressioni” provenienti dallo spazio.

I pubblici ministeri federali di Manhattan, negli Stati Uniti, hanno accusato un cittadino keniota di aver pianificato un attacco in stile 11 settembre contro un edificio in una città statunitense.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password