I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

15 Ottobre 2020 – Trump attacca Facebook e Twitter rei di aver censurato un articolo del New York Post sgradito a Biden. Argentina punta autonomia nella produzione del gas. Somalia, altri 10 morti per mano jihadista

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, oggi ha attaccato su Facebook e Twitter per le loro decisioni di limitare la diffusione di una storia del “New York Post” che includeva accuse sul figlio Hunter Biden, candidato alla presidenza democratica, il figlio di Joe Biden. Trump ha accusato le piattaforme social di aver cercato di aiutare la campagna del suo avversario facendo rispettare le politiche che limitano la possibilita’ degli utenti di condividere la storia.

Il presidente dell’Argentina, Alberto Ferna’ndez, ha presentato oggi un ambizioso programma di incentivi agli investimenti e la produzione di gas, denominato “Piano di promozione della produzione di gas argentino 2020-2023“, il cui obiettivo principale è quello di arrivare a soddisfare la domanda interna, sostituire importazioni e aumentare l’occupazione. Il presidente”invita gli attori del mercato degli idrocarburi a investire, a produrre di più e a dare all’Argentina il gas di cui gli argentini hanno bisogno per vivere“. Dal punto di vista dei numeri il programma presentato oggi punta a sostituire 18 miliardi di metri cubi di gas che attualmente viene importato attraverso un investimento di 5 miliardi di dollari da parte delle aziende produttrici. Secondo le proiezioni del governo, in questo modo si otterrebbe un risparmio di oltre 5,6 miliardi di dollari nel bilancio dello stato ed un risparmio fiscale equivalente a 1,1 miliardi. Allo stesso tempo si prevede un aumento del gettito fiscale nell’ordine dei 2,5 miliardi di dollari. 

Oltre dieci soldati somali sono rimasti uccisi dai miliziani jihadisti di Al Shabaab in un’imboscata contro un convoglio militare. Un ufficiale dell’esercito somalo ha affermato che il bilancio sarebbe di “oltre 10 morti, incluso il comandante del convoglio, e diversi feriti“.

Il Consiglio europeo finisce con un nulla di fatto sul summit per il cambiamento climatico. Come previsto non c’è infatti accordo sul target di riduzione del 55% delle emissioni di C02 entro il 2030 e i leader si sono ridati appuntamento sulla questione a dicembre. 

Il Tribunale di Milano ha condannato a sei anni di reclusione Alessandro Profumo e Fabrizio Viola, ex presidente ed ex ad di Mps, riconoscendoli colpevoli dei reati di aggiotaggio e false comunicazioni sociali nel filone d’inchiesta relativo alla contabilizzazione come Btp dei derivati stipulati dalla banca senese con Nomura e Deutsche Bank. Il Tribunale ha comminato per entrambi una multa di 2,5 milioni a testa. I due imputati sono invece stati assolti invece dall’accusa di falso sui bilanci 2013 e 2014 in quanto non sono state superate le soglie di rilevanza per la configurazione del reato mentre sul 2012 è. scattata la prescrizione. 

Nel corso della sua visita in Niger, la vice ministro Del Re è stata ricevuta dal Presidente della Repubblica Mahamadou Issoufou. Si è trattato di un incontro molto proficuo su molteplici dossier: relazioni bilaterali Italia-Niger e temi regionali, tra cui Libia, Mali e Sahel. L’Italia invierà un contingente militare per formare le forze armate locali nel contrasto contro il terrorismo.

Sono 17,8 milioni gli americani che hanno già votato per le elezioni presidenziali statunitensi. Si tratta di una cifra record. I seggi sono già aperti in molti stati, dove si registrano lunghe file – anche di dieci ore – per votare. Intanto Rupert Murdoch, uno dei principali sostenitori di Trump, prevede una vittoria a valanga di Biden alle elezioni. Secondo quanto riportato dal Daily Beast citando alcune fonti, Murdoch avrebbe criticato Trump per la sua gestione della pandemia dicendosi “disgustato“. Murdoch avrebbe quindi messo in evidenza che Trump sarebbe il peggior nemico di se stesso.

Il presidente degli Stati Uniti Trump, ha pubblicato oggi una strategia nazionale per promuovere il futuro delle tecnologie cruciali ed emergenti in tutto il mondo, tra cui l’intelligenza artificiale, le tecnologie militari e spaziali e l’informatica quantistica per fronteggiare i progressi dei principali competitor mondiali. 

La Francia afferma che i Paesi vicini della Libia dovrebbero essere maggiormente coinvolti nella ricerca di una soluzione politica della crisi libica.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password