I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

15 Maggio 2021 – Al-Jazeera denuncia attacco a torre media come chiaro crimine di guerra per silenziare media. Continua la guerra tra Israele e la Strisci di Gaza, 10mila bambini sfollati e il M.O. si compatta chiedendo stop da parte di Netanyahu. Al via lavori per estendere doppia corsia Canale di Suez

Oltre ad Al Jazeera, ospitava anche gli uffici dell’agenzia di stampa americana Associated Press, la torre Jalaa abbattuta a Gaza dall’aviazione israeliana. I militari prima di passare all’azione avevavo contattato gli occupanti avvertendoli che l’edificio sarebbe stato bombardato entro un’ora. Hanno anche inviato un missile “tettuccio” che non causa gravi danni come avvertimento. Secondo l’emittente Al-Jazeera il bombardamento che ha distrutto i suoi uffici a Gaza è un “chiaro atto” che cerca di impedire ai giornalisti di riferire il conflitto tra Israele e Hamas. “Al-Jazeera chiede a tutti i media e alle istituzioni per i diritti umani di unire le forze nel denunciare il bombardamento senza criterio e considerare il governo di Israele responsabile di aver preso di mira deliberatamente giornalisti e media“. Il direttore generale Mostefa Souag ha definito l’attacco di Israele un “crimine di guerra“: “L’obiettivo di questo attacco efferato è silenziare i media e nascondere la carneficina non raccontata e la sofferenza del popolo di Gaza“.

Israele ha messo in funzione il sistema antimissilistico Iron Dome in seguito ai lanci di razzi dalla striscia di Gaza. Alcuni video postati in rete dagli abitanti della zona sud di Israele testimoniano come alcune decine di missili sarebbero stati lanciati da Hamas. “Non c’è operazione più giusta o morale, durerà ancora pochi giorni“. Lo ha detto il premier israeliano Benyamin Netanyahu riferendosi al conflitto con Hamas a Gaza. Intanto l’Unicef denuncia come sarebbero circa 10.000 le persone sfollate nella Striscia dall’inizio del conflitto e la maggior parte sono bambini. “Tutte le parti – secondo Unicef – hanno l’obbligo di proteggere i civili – specialmente i bambini – e facilitare l’accesso umanitario“. Il ministro degli Esteri del Qatar, sheikh Mohammed bin Abdelrahman Al-Thani, ha ricevuto stasera a Doha il leader di Hamas, Ismail Haniyeh, e lanciato un appello alla comunità internazionale ad agire contro gli “attacchi brutali e ripetuti di Israele contro i civili a Gaza e alla moschea di Al Aqsa“. Anche Giordania denuncia destabilizzazione area da parte di Israele. Egitto e Arabia Saudita chiedono cessate il fuoco. Anche Biden ha osservato come il conflitto attuale ha tragicamente ucciso civili israeliani e palestinesi, compresi i bambini. Ha espresso preoccupazione per la sicurezza e l’incolumità dei giornalisti e ha rafforzato la necessità di garantire la loro protezione. Inoltre ha chiesto ad Israele di riportare la calma.

Sono stati 44 i fermi fra i partecipanti alla manifestazione pro-palestinesi che era stata vietata a Parigi dalla prefettura. In tutto il paese, sempre secondo il conteggio degli Interni, hanno manifestato circa 22.000 persone. Anche la polizia indiana ha arrestato almeno 21 persone nella regione contesa del Kashmir per aver espresso solidarietà alla Palestina e manifestato contro l’offensiva militare di Israele a Gaza.

Il generale Osama Rabie, presidente dell’Autorità del Canale di Suez (Sca), ha annunciato oggi l’inizio dei lavori di dragaggio in Egitto per estendere una seconda corsia che consenta il traffico a doppio senso nella sezione meridionale della via d’acqua.

Il ministro venezuelano della Difesa, Vladimir Padrino Lopez, ha denunciato il “rapimento” di otto soldati venezuelani da parte di un gruppo armato colombiano. nel sud-ovest del Paese, vicino alla Colombia, teatro di scontri dallo scorso 21 marzo.

La Cina taglierà ulteriormente le tasse per aumentare la crescita economica. Lo ha annunciato la Commissione nazionale per lo sviluppo e la riforma in un comunicato congiunto con tre ministeri. 

I ‘pezzi grossi’ della corsa alle presidenziali iraniane del 18 giugno hanno scelto l’ultimo giorno utile per ufficializzare la loro candidatura: in campo sono scesi il capo della magistratura, il religioso ultra-conservatore Ebrahim Raisi, già indicato come un possibile successore dell’82enne Guida Suprema, Ali Khamenei, e l’ex presidente del Parlamento, il conservatore moderato Ali Larijani, allineatosi con il presidente uscente Hassan Rohani.

I governi dell’entità serba della Bosnia, la Republika Srpska, e della Serbia terranno una riunione lunedi’ 17 maggio a Sarajevo est. Lo ha confermato il primo ministro della Republika Srpska Radovan Viskovic, in una conferenza stampa. Si discuterà di vari progetti tra cui la costruzione dell’autostrada dal valico di confine di Raca a Bijeljina, la costruzione dell’aeroporto di Trebinje e i progetti nella valle del fiume Drina. 

L’Istituto per il Credito Sportivo in Italia chiude l’esercizio 2020 con il record di erogazioni, pari a 323 milioni di euro e un utile netto di circa 11 milioni, consolidando “l’eccellente” posizione patrimoniale (Cet1 Ratio 87%).

Il ministro dello Sviluppo economico, del Commercio e dell’Agricoltura dell’Ucraina Ihor Petrashko e il ministro delle Infrastrutture Vladyslav Kryklii hanno rassegnato le loro dimissioni. 

Giornata di mobilitazione per la sicurezza sul lavoro giovedì 20 maggio promossa da Cgil, Cisl e Uil con assemblee unitarie in tutta Italia insieme alle lavoratrici e ai lavoratori, con la presenza dei tre segretari generali in tre luoghi diversi. La giornata del 20 maggio, data simbolica in cui nel 1970 fu approvato lo Statuto dei lavoratori, rientra nel quadro delle iniziative lanciate dai sindacati con lo slogan “Fermiamo la strage nei luoghi di lavoro” e la richiesta di un “Patto per la salute e la sicurezza” tra governo e parti sociali. 

Damon Weaver, lo studente di giornalismo, che aveva ottenuto il plauso nazionale dopo aver intervistato il presidente Barack Obama alla Casa Bianca nel 2009, è morto per cause naturali a 23 anni.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password