I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

14 Novembre 2020 – Imponente manifestazione a Washington pro Trump. Escalation in Etiopia, terroristi colpiscono capitale dell’Eritrea. Putin chiede garanzie all’Azerbaigian per chi vuole andare in chiesa in Nagorno

Sono state decine di migliaia di sostenitori di Donald Trump – per gli organizzatori un milione – che, con striscioni e cartelli, hanno invaso le strade di Washington DC, attorno alla Casa Bianca, per manifestare a favore del presidente degli Stati Uniti. Lo slogan era “Stop the Steal“, ferma il furto, in segno di protesta contro elezioni considerate “truccate” da Trump e dai suoi fedelissimi. Con il passare delle ore la marea dei supporter, molto colorati ma in gran parte senza mascherine di protezione, si è allargata da Freedom Plaza a Pennsylvania Avenue, la strada principale che costeggia la Casa Bianca. “Centinaia di migliaia di persone mostrano il loro sostegno per me a Washington. Non consentiranno un’elezione truccata e corrotta!“. Ad affermarlo sul suo profilo Twitter Donald Trump, ripostando un video che mostra il grande corteo di manifestanti a suo favore. 

Nuova gaffe della speaker Nancy Pelosi sul Covid. Dopo essere stata immortalata mentre entrava nel salone di una parrucchiera senza mascherina, ora e’ stata costretta a cancellare una cena in persona a Capitol Hill per i nuovi membri democratici del Congresso, in seguito ad un tweet con le immagini dei tavoli apparecchiati che ha scatenato reazioni indignate sui social, anche di vip dei media e dello spettacolo.

Il presidente dell’Azerbaigian Ilham Aliyev ha assicurato a Vladimir Putin che il suo Paese garantirà la sicurezza delle chiese nei territori attorno al Nagorno Karabakh che torneranno all’Azerbaigian come da accordo per il cessate il fuoco siglato con l’Armenia e la Russia nella notte tra il 9 e il 10 novembre. 

Asmara, capitale dell’Eritrea, è stata colpita da due razzi provenienti dalla regione secessionista etiope del Tigre’, scossa ormai nelle ultime settimane da violenti scontri con le forze armate del governo centrale. Secondo fonti locali citate dai media, i missili avrebbero colpito l’aeroporto e un quartiere residenziale.

Amnesty International ha denunciato il Governo di transizione peruviano per l’eccessivo uso della forza nei confronti dei dimostranti che ormai da sedici giorni protestano contro il neonato governo. Durante le proteste nella capitale Lima sarebbero rimaste ferite sedici persone, due delle quali sono ricoverate con ferite da arma da fuoco. Il governo però rigetta le accuse affermando che utilizzerebbe solo proiettili di gomma. Intanto il collettivo di hacker Anonymous ha da parte sua rivendicato un attacco al sito internet del Parlamento peruviano e continuerà a farlo per sostenere la rivoluzione.

Il produttore di velivoli statunitense Boeing ha aumentato le sue previsioni per la domanda di aeromobili in Cina per i prossimi 20 anni. In un comunicato la compagnia ha spiegato che le compagnie cinesi avranno bisogno di 8.600 nuovi aeroplani fino al 2039, il 6,3 per cento in più rispetto alla precedente previsione dell’anno scorso, ovvero di 8.090 aerei. 

Oltre un miliardo di indiani hanno colebrato, in forma ridotta e composta, oggi il Diwali, la festa delle luci, per il grande timore di un aggravamento dell’epidemia di Covid-19.

L’Isis ha rivendicato l’imboscata ai danni di un convoglio dell’esercito del Burkina Faso nella quale, mercoledi’ scorso, sono stati uccisi almeno 14 soldati. I miliziani, attraverso il proprio canale informativo Amaq, sostengono di aver ucciso 20 militari. 

 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password