I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

14 Marzo 2021 – Birmania, strage di manifestanti. Colpaccio Haftar, arrestato l’esponente Isis Abu Omar. Anche l’Olanda sospende in via precauzionale il vaccino AstraZeneca. Elezioni Lander, doppia sconfitta per Merkel.

E’ salito ad almeno 21 il bilancio dei manifestanti uccisi oggi dalle forze di sicurezza in Birmania. Lo scrive la Bbc, che cita fonti e media locali. A Yangon, la principale città del Paese, nel quartiere di Hlaing Tharyar è stato aperto il fuoco su dei dimostranti che affrontavano la polizia con coltelli e bastoni, scrive Bbc. La Giunta militare golpista in Myanmar ha imposto questa sera la legge marziale in due zone della capitale Yangon.

Le forze fedeli al generale libico Khalifa Haftar hanno annunciato oggi l’arresto di una figura di spicco del gruppo dello Stato Islamico nel sud del Paese nordafricano. Le forze di Haftar con sede a est hanno condotto un’operazione nella città desertica meridionale di Ubari contro il “leader più in vista” dell’Isis in Libia, Mohamed Miloud Mohamed – che si fa chiamare Abu Omar – che ha portato al suo arresto. 

In via precauzionale anche l’Olanda sospende fino al 28 marzo incluso l’utilizzo del vaccino anti-covid AstraZeneca in seguito alla segnalazione di “possibili effetti collaterali” segnalati in Danimarca e Norvegia. AstraZeneca però garantisce la sicurezza del suo vaccino contro il Covid-19 sulla base di chiare prove scientifiche. E’ quanto si legge in un comunicato dell’azienda, emesso in seguito alle preoccupazioni espresse da alcuni Paesi per la formazione di coaguli di sangue in seguito alla somministrazione del vaccino.

Il doppio voto nel Baden Wuerttemberg e in Renania Palatinato segna una debacle per Angela Merkel: nei due Lander è stato infatti messo a segno il peggior risultato nella storia della Cda e questo a soli sei mesi dalle elezioni federali del 26 settembre. 

Una corte in Spagna ha confermato le elezioni anticipate per il 4 maggio nella regione di Madrid, finora governata da una coalizione fra i centristi Ciudadanos e i consevatori del Pp ora entrata in crisi, elezioni che la presidente regionale Pp Isabel Diaz Ayuso promuove come un referendum “fra socialismo e libertà“. 

L’ex presidente polacco Lech Walesa, icona della lotta contro il regime comunista negli anni ’80, ha pubblicato oggi un preoccupato videomessaggio con il quale annuncia il suo ricovero in ospedale per la sostituzione della batteria del suo pacemaker, paventando che possa non sopravvivere . “Vado in ospedale. Quello che verrà dopo, solo il tempo lo dirà. Quindi, poiché non so quando ci rivedremo o se ci rivedremo, vorrei dire che ho fatto di tutto per servire bene la nazione“.

Israele ha presentato un sistema di mortaio a guida laser che potrebbe ridurre i danni collaterali ai civili. Il sistema “Iron Sting“, sviluppato dall’esercito israeliano con l’azienda locale Elbit Systems, userà la tecnologia laser e GPS per fornire la massima precisione ai colpi di mortaio da 120 mm, ha detto il ministero della difesa in una dichiarazione.

Migliaia di persone hanno manifestato oggi in tutto il Libano contro il continuo deterioramento delle condizioni di vita, l’alto tasso di inflazione e l’accelerato deprezzamento della valuta nazionale nei confronti del dollaro che viene scambiato attualmente a più di 12.000 sterline libanesi per un dollaro sul mercato nero. 

L’ambasciata della Libia al Cairo ha annunciato di aver concordato con il ministero del Lavoro egiziano di facilitare le procedure di ingresso dei lavoratori egiziani in Libia. Lo riferisce il quotidiano panarabo “Asharq al Awsat” che cita un comunicato stampa dell’ambasciata libica al Cairo.

La casa automobilistica Volkswagen intende tagliare fino a 5mila posti di lavoro in Germania, tramite prepensionamenti e pensionamenti parziali per i dipendenti più anziani.

Yihia Sinwar è stato confermato per un nuovo mandato di quattro anni alla guida dell’Ufficio politico di Hamas a Gaza avendo ricevuto 167 dei 320 voti disponibili. Ma la novità di queste elezioni, rilevano gli osservatori, è che la prima volta fra i 15 membri dell’ufficio politico di Hamas a Gaza è stata eletta anche una donna, Jamila a-Shanti, al 14.mo posto.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password