I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

13 Luglio 2020 – Conte alla corte della Merkel. Una carezza in un pugno. Bolsonaro licenzia Pontes, troppi dati sulla deforestazione amazzonica

Incontro tra Conte e Merkel. Secondo la cancelliera tedesca, il presidente del consiglio Ue Charles Michel ha proposto che “i Paesi negozino con la Commissione su come i fondi debbano essere spesi, e alla fine il Consiglio deve decidere a maggioranza qualificata”. “A me sembra una buona soluzione che potrei sostenere”, ha affermato la leader tedesca, spezzando una lancia a favore di Conte, che “ha dimostrato di essere proattivo con la sua agenda di riforme”. Conte spiega: “Venerdì ci incontreremo, i capi di Stato e di governo dovranno mostrare la consapevolezza del momento storico che stiamo vivendo e essere capaci di una risposta tempestiva per uscire quanto prima da questa crisi”.

Il ministro della Scienza e Tecnologia del Brasile, Marcos Pontes, ha licenziato il coordinatore generale del servizio di Osservazione della Terra dell’Istituto nazionale della ricerca spaziale (Inpe), Lubia Vinhas. Il licenziamento é stato pubblicato nell’edizione odierna della Gazzetta Ufficiale senza alcuna motivazione. Pare però evidente che il coordinatore potrebbe essere stato allontano dopo che l’Inpe ha pubblicato i nuovi dati record sulla deforestazione della foresta Amazzonica. Numeri che pare non siano stati graditi dal presidente Bolsonaro.

Gli Stati Uniti hanno respinto una serie di rivendicazioni territoriali di Pechino su alcuni isolotti nel mar meridionale della Cina, in prossimità delle Filippine, Vietnam, Malaysia, Brunei, attraverso una nota formale che definisce le pretese cinesi quali “vere e proprie intimidazioni illegali” verso i Paesi di confine. Mike Pompeo ha tuonato “L’America è a fianco dei nostri alleati e partner del Sud est asiatico nel proteggere i loro diritti sovrani alle risorse offshore, nell’ambito dei loro diritti e obblighi sotto la legge internazionale“.

Nathan Law, uno dei principali attivisti per la democrazia di Hong Kong, si è rifugiato a Londra. In un tweet l’oppositore afferma “Con il mio zaino e un piccolo bagaglio a mano, sono salito sul mio volo notturno. Non ho idea di cosa mi riservi il futuro. Una sola cosa è certa: La mia destinazione: Londra”. Intanto Merkel afferma che per l’Ue sarebbe “importante trovare una politica omogenea verso la Cina e una risposta comune”.

Gruppi armati sudanesi hanno attaccato alcuni manifestanti nella regione del Darfur sfregiata dalla guerra, uccidendo più di una dozzina di persone, hanno detto gli attivisti, un giorno dopo che le forze di sicurezza hanno disperso violentemente un altro sit-in nella regione.

Proseguono le proteste in Seribia. Questa volta solo qualche centinaia di persone sono tornate a radunarsi in serata davanti al parlamento a Belgrado in una nuova manifestazione contro il governo e il presidente Aleksandar Vucic. 

Il capo dello Stato polacco uscente, Andrzej Duda, ha vinto il ballottaggio delle presidenziali con il 51,03 per cento dei voti. Il suo avversario, il sindaco di Varsavia Rafal Trzaskowski, ha ottenuto il 48,97 per cento. 

Tunisia e Algeria intensificheranno i contatti con le parti libiche e gli attori internazionali con l’obiettivo di raggiungere un vero dialogo che garantisca la stabilita’ e la prosperita’ della Libia. E’ quanto hanno annunciato i ministri degli Esteri tunisino e algerino alla fine del loro incontro a Tunisi.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password