I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

13 Febbraio 2021 – Afghanistan, gigantesco rogo di autocisterne visibile anche dallo spazio. Trump assolto dal Senato, niente impeachment. Muqtada al Sadr difende la visita di Papa Francesco in Iraq

Un gigantesco rogo ha coinvolto forse 500 autocisterne piene di combustibile o gas parcheggiate al confine fra l’Afghanistan e l’Iran, ferendo una sessantina di persone e creando una nuvola di fumo e fuoco visibile dallo spazio dai satelliti della Nasa. L’episodio – di cui la natura e la dinamica non sono ancora chiare – è avvenuto al valico di confine di Islam Qala, nella provincia afghana di Herat, innescato dall’esplosione di una delle cisterne, che ha appiccato il fuoco alle altre parcheggiate vicine.

Not guilty“, non colpevole: Donald Trump è stato assolto dal Senato anche nel secondo processo di impeachment, unico presidente ad essere stato messo in stato d’accusa due volte e primo ad affrontare il procedimento dopo aver lasciato la Casa Bianca. Nel voto finale, arrivato dopo solo cinque udienze, ai 50 dem si sono uniti solo sette repubblicani: 10 in meno di quelli necessari per la condanna, che richiede il quorum dei due terzi. Gli altri 43 eletti del Gran Old Party si sono schierati con il loro ex presidente. L’accusa era di aver istigato i suoi fan ad assaltare il Congresso il 6 gennaio scorso per bloccare la certificazione della vittoria di Joe Biden.

Il politico e religioso sciita iracheno, Muqtada al Sadr, ha rilasciato una dichiarazione che condanna le critiche emerse nei giorni scorsi in Iraq contro il viaggio di Papa Francesco. In un messaggio suo profilo Twitter Al Sadr ha dichiarato: “Ho ricevuto informazioni che alcune parti sono contrarie alla visita del Papa. Il Papa è accolto, i nostri cuori sono aperti a lui davanti alle nostre porte“, ha dichiarato Al Sadr il cui movimento Al Sairoon è la principale coalizione nella Camera dei rappresentanti dell’Iraq. 

Nonostante il capo dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus affermi che la missione degli esperti a Wuhan “ha aggiunto importanti informazioni“, più passano i giorni e più crescono le voci critiche a livello internazionale sui risultati ottenuti. Tanto più che gli stessi componenti della squadra, dopo essere rientrati dalla Cina, ora denunciano che le autorità di Pechino hanno “rifiutato alcuni dati chiave“. Il team ha richiesto i dati grezzi dei pazienti dai primi casi, in quella che ha definito essere una “pratica standard” ma agli esperti sarebbe stato dato solo un riassunto. 

Il dottor Oscar Ugarte si è insediato oggi come nuovo ministro della salute del Perù dopo le dimissioni di Pilar Mazzetti nella tempesta politica per la vaccinazione dell’ex presidente Martin Vizcarra prima che la campagna iniziasse nel Paese. Ugarte, 76 anni è il quinto capo del ministero della salute da quando la pandemia è scoppiata in Perù 11 mesi fa. 

Sale ad almeno quattro persone quelle morte in Guinea Conakry per la febbre emorragica indotta dal virus Ebola, che fa così le sue prime vittime in quasi cinque anni nell’Africa occidentale, da dove partì la peggiore epidemia del morbo fra il 2013 e il 2016. 

Il Venezuela ha ricevuto le prime centomila dosi della fornitura di vaccino russo Sputnik V. 

I ceo di Facebook e Twitter, Mark Zuckerberg e Jack Dorsey, saranno ascoltati in Congresso, probabilmente già all’inizio del prossimo mese, per rispondere alle accuse di disinformazione sulla pandemia e incitamento all’odio. Lo riporta ‘Politico‘. 

Scontri tra manifestanti del movimento pro-democrazia e la polizia in Thailandia, durante una protesta per richiedere il rilascio di quattro attivisti incarcerati e in attesa di essere processati per sedizione e lesa maestà, reato che prevede una pena che va dai 3 ai 15 anni di carcere. L’anno scorso il movimento si è battuto per le dimissioni del primo ministro, Prayuth Chan-ocha, e del suo governo, per una costituzione più democratica a una riforma della monarchia. 

Cuba sarebbe pronta a cooperare con gli Stati Uniti per indagare sui misteriosi “attacchi sonori” che in passato sarebbero stati diretti contro diplomatici Usa in servizio all’Avana, secondo un’accusa formulata da Trump quando guidava la Casa Bianca.

Un’autobomba è esplosa oggi in un mercato molto affollato nella città siriana di Al Rai, situata nella parte settentrionale della provincia di Aleppo vicino al confine con la Turchia. Lo riporta l’agenzia di stampa siriana “Sana”. L’emittente satellitare del Qatar “al Jazeera” sostiene che l’esplosione abbia provocato almeno due morti e 13 feriti.

L’amministrazione Biden ha presentato appello alla magistratura britannica per ottenere l’estradizione di Julian Assange, lo ha annunciato il dipartimento alla Giustizia. Washington vuole processare Assange per spionaggio e per l’hackeraggio che ha messo a disposizione di Wikileaks centinaia di migliaia di documenti riservati di diplomatici e militari Usa all’inizio del 2009. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password