I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

12 Novembre 2020 – Carola Rackete fermata dalla polizia tedesca. Usa vs Cina: 0 a 1, ordinanza federale blocca messa a bando di TikTok. Tempesta ETA, 200 morti e 1,2 milioni a rischio povertà

E’ stata fermata dalla polizia tedesca Carola Rackete, l’ex capitana della nave Sea Watch 3, durante le proteste contro l’abbattimento di un’antica foresta, il , che dovrebbe fare spazio all’estensione di un’autostrada in Assia. 

Il Dipartimento del Commercio annuncia che sta ritardando l’applicazione della messa a bando di TikTok – che era stato ordinato sulla base delle preoccupazioni di sicurezza nazionale – a seguito di un’ingiunzione di un giudice federale emessa il 30 ottobre. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump nel frattempo ha deciso di vietare agli americani di investire in società cinesi accusate dal suo governo di sostenere le attività militari di Pechino. La misura entrerà in vigore dall’11 gennaio 2020, 9 giorni prima della sua partenza dalla Casa Bianca e della sua sostituzione con il futuro presidente Joe Biden

AstraZeneca ha firmato accordi per la fornitura di oltre 200 milioni di dosi del suo candidato vaccino contro il covid in sei paesi dell’America Latina: Argentina, Brasile, Costa Rica, Repubblica Dominicana, Ecuador e Messico, ha annunciato la societa’ farmaceutica.

La tempesta Eta, che ha provocato più di 200 morti e dispersi in America centrale, ha “devastato la vita” di oltre 1,2 milioni di bambini nella regione.

Papa Francesco chiama il presidente eletto Joe Biden, riconoscendo la vittoria che Donald Trump si rifiuta di accettare. Il candidato democratico – a meno di sorprese – con l’inaugurazione del prossimo 20 gennaio diventera’ il secondo inquino cattolico della Casa Bianca dopo John Kennedy.

Alla nave della Ong spagnola Open Arms è stato assegnato il porto di Trapani per sbarcare i migranti salvati in mare in tre diverse operazioni al largo della Libia. Lo scrive su Twitter Radio Radicale, citando fonti del Viminale. A bordo della nave ci sono oltre 200 migranti. L’imbarcazione arrivera’ a Trapani nelle prossime ore.

Il Portogallo ha annunciato l’estensione del coprifuoco notturno e del lockdown nel weekend gia’ in vigore in oltre 100 comuni ad altre 77 aree nel tentativo di contenere la seconda ondata di coronavirus. Lo riporta il Guardian. “La situazione e’ grave e piu’ critica di quella che abbiamo vissuto nella prima ondata di pandemia”.

Le sopravvissute alla violenza domestica nell’Ucraina orientale non sono nelle condizioni di chiedere di essere protette, a causa dell’inefficace azione del governo. E’ la denuncia di Amnesty International nel rapporto dal titolo ‘Non è una faccenda privata’, basato su sei missioni svolte sul campo. Il dossier mette in luce le “molteplici falle del sistema che dovrebbe proteggere le persone sopravvissute, soprattutto le donne, alla violenza domestica e sessuale”.

Il ministro degli Esteri armeno, Zohrab Mnatsakanyan, ha discusso della situazione in Nagorno-Karabakh e del destino del patrimonio culturale armeno nella regione con i ministri degli Esteri di Russia e Francia, rispettivamente Sergey Lavrov e Jean-Yves Le Drian, con il vice segretario di Stato Usa, Stephen Biegun. Lo riferisce una nota del ministero degli Esteri di Erevan.

Amnesty international ha denunciato oggi “un massacro di civili” nel Tigray attraverso l’analisi di immagini satellitari, da cui emerge che “probabilmente centinaia” di persone sono state uccise nella città di Mai-Kadra (May Cadera), nella zona sud-occidentale della regione etiope, la notte del 9 novembre. In una nota, Amnesty ha precisato che le vittime “sembrano essere lavoratori stagionali per nulla coinvolti nell’offensiva militare in corso” dal 4 novembre scorso, quando il governo federale ha lanciato un’offensiva contro le forze del partito che governa la regione settentrionale del Paese, il Tplf (Fronte popolare di liberazione del Tigray), in risposta a un attacco a una base militare. 

Il ministro dell’Immigrazione canadese ha annunciato nuovi percorsi per i giovani di Hong Kong che vorrebbero studiare o lavorare nel Paese – e per quelli già sono in Canada e ci vogliono rimanere – in risposta alla repressione della sicurezza nazionale cinese. “Il Canada resta profondamente preoccupato per l’approvazione da parte della Cina della nuova legge sulla sicurezza nazionale“, ha detto in una conferenza stampa il ministro dell’immigrazione, Marco Mendicino.

Un uomo si è dato fuoco stasera in piazza Tahrir nel centro del Cairo ed è stato curato per ustioni in un ospedale della capitale egiziana. A riferirlo fonti della sicurezza. Vi sono vari video circolanti sui social media che sembrano mostrare l’uomo che si riprende con un telefonino mentre cammina per strada e poi in piazza, lamentandosi della corruzione. 

Sembra quasi che l’Italia abbia una crisi dovuta al tema pandemico, ma io ricordo che è un Paese arriva da una stagnazione, da una recessione. Arriviamo con 25 anni di produttivita’ ferma, con interventi legislativi che avevano tolto fiato alla leggera ripresa, come il Decreto dignita’, il Reddito di cittadinanza. Era un Paese in sofferenza“. Ad affermarlo il presidente nazionale di Confindustria Carlo Bonomi alla 75esima Assemblea annuale dell’Unione Parmense degli industriali.

L’Arabia Saudita userà il “pugno di ferro” contro tutti coloro che mettono a rischio la sicurezza e l’integrità del Regno. Lo ha detto oggi il principe ereditario Mohammad bin Salman, dopo l’attentato avvenuto ieri al cimitero non musulmano di Gedda durante una cerimonia a cui erano presenti vari diplomatici europei, tra cui i consoli francese e italiano. L’azione è stata rivendicata dall’Isis. Intanto la polizia olandese ha oggi arrestato un uomo dopo che sono stati sparati diversi colpi di arma da fuoco contro l’ambasciata saudita a L’Aja, provocando danni ma nessun ferito. Il sospetto di 40 anni è stato fermato a Zoetermeer, ad una quindicina di chilometri dall’Aja, circa otto ore dopo la sparatoria, avvenuta alle 6 del mattino.

Sono scesi in piazza e hanno manifestato contro le nuove misure prese dal governo regionale andaluso per contrastare la diffusione del coronavirus. Sono i lavoratori del settore della ristorazione a Siviglia.

La Commissione militare mista libico 5 + 5 ha concluso oggi la prima riunione nella sua nuova sede a Sirte, a meta’ strada fra Tripoli e Bengasi, attivando due accordi: il primo sulla riapertura della strada costiera e il secondo sul ritiro di mercenari e combattenti stranieri dalle linee di contatto del fronte. Lo ha reso noto la Missione di sostegno delle Nazioni Unite in Libia (Unsmil).

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password