I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

12 Giugno 2020 – Hong Kong, video immortala nuove intimazioni. Amazzonia, continua deforestazione. Conte sentito dai Pm. Oms allontana il vaccino

Un attivista del movimento Demosisto per la democrazia a Hong Kong é stato arrestato mentre allestiva un banchetto con alcuni studenti e giovani contro la legge per la sicurezza nazionale voluta da Pechino. A dare la notizia é il segretario generale del movimento, Joshua Wong, twittando il video dell’arresto. “E’ evidente, la legge sta uccidendo tutte le voci di dissenso e sta mettendo le nostre generazioni future sotto il completo controllo della Cina“.

“Siamo di fronte a uno scenario di catastrofe totale per l’Amazzonia”, ha dichiarato Mariana Napolitano, direttrice scientifica dell’ufficio brasiliano del World Wildlife Fund. A maggio, un totale di 829 chilometri quadrati nell’Amazzonia brasiliana, 14 volte l’area di Manhattan, é stato perso a causa della deforestazione, secondo i dati satellitari del National Space Research Institute (Inpe) del Brasile. Si tratta di un aumento del 12 percento rispetto allo scorso anno. La deforestazione nell’Amazzonia brasiliana e’ gia’ arrivata ad oltre 2.000 chilometri quadrati quest’anno, in crescita del 34 percento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Continua la tragedia in Libia a causa dell’inasprirsi del conflitto libico. Gli scontri a Sud di Tripoli, a Tarhuna e a Sirte, avrebbero costretto quasi 24 mila persone ad abbandonare le proprie case dal 10 giugno per raggiungere Bengasi e Agebadia. Intanto l’Ue ha chiesto aiuto l’intervento della Nato per far rispettare la missione navale Irini. Ancora una volta la Turchia ha impedito di ispezionare una nave sospetta di fatto violando l’embargo per il traffico illegittimo di armi.

Il ministro francese degli Esteri Jean-Yves Le Drian ha condannato la decisione degli Stati Uniti di autorizzare sanzioni economiche contro funzionari della corte penale internazionale (Cpi). “Questa decisione rappresenta un attacco grave contro la Corte, oltre a mettere in discussione il multilateralismo e l’indipendenza della giustizia”.

Massimo Moratti, vice direttore dell’ufficio per l’Europa di Amnesty International, ha chiesto all’Unione europea di intervenire contro le presunte violenze e abusi commessi dalla polizia croata alle sue frontiere contro migranti e richiedenti asilo.

L’Iran ha respinto il rapporto delle Nazioni Unite secondo cui i missili da crociera e i droni utilizzati condotti negli attacchi del 14 settembre 2019 contro le infrastrutture petrolifere dell’Arabia Saudita, ufficialmente rivendicate dai ribelli sciiti Houthi, sarebbero di provenienza iraniana. Il ministero degli Esteri iraniano ha dichiarato in un messaggio diffuso dai media statali che “l’Iran nega le accuse del segretariato delle Nazioni Unite (Antonio Guterres) che sembrano essere state fatte sotto la pressione politica di Stati Uniti e Arabia Saudita“. 

L’OMS oggi ha dichiarato “Dobbiamo imparare a convivere col virus. Speriamo di trovare un vaccino efficace, ma non e’ garantito che questo accada“.

Il premier Conte ascoltato per tre ore dai pm sul caso Alzano e sui ritardi nell’attivazione della zona rossa. Secondo il presidente del Consiglio tutto è stato chiarito nei minimi dettagli.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password