I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

10 Dicembre 2020 – Recovery ok, ma è rivincita di Polonia e Ungheria. Direttore Agenzia Entrate sconsiglia Patrimoniale in Italia. India, +35% morti infantile

Via libera all’accordo di co-investimento tra Arcelor Mittal Holding, Arcelor Mittal e Invitalia per l’accieria Ilva di Taranto. L’intesa è stata firmata dall’amministratore delegato di Invitalia, la società del ministero dell’Economia, e da Arcelor Mittal e prevede l’ingresso dello Stato attraverso la stessa Invitalia al 50% del capitale e fino al 60% a partire dal 2022, trovandosi a detenere, quindi, il controllo del gruppo siderurgico.

I primi ministri polacco Mateusz Morawiecki e ungherese Viktor Orban hanno espresso la loro soddisfazione in una conferenza stampa congiunta a margine del Consiglio europeo per l’accordo raggiunto con i partner. I due Paesi del gruppo di Visegrad avevano recentemente minacciato di porre il veto sul bilancio pluriennale dell’Unione se questo avesse interferito con la loro gestione nazionale dello Stato di diritto. Per scongiurare questo rischio, sono state negoziate condizioni e garanzie di cui i due leader si sono stasera detti soddisfatti. Porteremo il meccanismo per lo stato di diritto” previsto nel pacchetto finanziario Ue “alla Corte di giustizia europea” per “verificare se sia conforme al diritto Ue”. Lo ha detto il primo ministro polacco, Mateusz Morawiecki, nel corso di una conferenza stampa congiunta con il leader ungherese Viktor Orban a margine del Consiglio europeo.

Oltre 100 deputati repubblicani hanno firmato una memoria legale a sostegno del ricorso del Texas alla Corte Suprema per cambiare il verdetto elettorale in Georgia, Michigan, Pennsylvania e Wisconsin. Contestando in particolare l’estensione dei termini del voto per posta, nella causa, alla quale si è unito anche il presidente Donald Trump, si chiede di annullare la vittoria al democratico Joe Biden. 

Mastercard e Visa, le societa’ che gestiscono i piu’ grandi circuiti di carte di credito al mondo, hanno interrotto i loro rapporti con MindGeek, la società che controlla Pornhub, il noto sito pornografico. Lo riporta il “Toronto Star”. Pornhub e’ stato messo sotto accusa la scorsa settimana dopo che il “New York Times” ha riferito che il sito ospita video di aggressioni sessuali su minori e sfruttamento sessuale.

Greta Thunberg torna a parlare alla vigilia della conferenza Onu a 5 anni dall’accordo sul clima di Parigi. In un video, la giovane attivista svedese sottolinea che il mondo sta ancora “accelerando nella direzione sbagliata”, visto che “i cinque anni successivi all’accordo di Parigi sono stati i cinque anni più caldi mai registrati e, durante quel periodo, il mondo ha emesso piu’ di 200 miliardi di tonnellate di CO2”.

Gli Stati Uniti hanno condotto due raid contro alcuni esperti di esplosivi al servizio del gruppo al Shabaab in Somalia. Lo rende noto il Pentagono. 

L’Assemblea nazionale della Repubblica Democratica del Congo ha votato stasera a favore della destituzione della sua presidente pro-Kabila, un passo cruciale nell’offensiva del presidente Fe’lix Tshisekedi per rovesciare la maggioranza parlamentare fedele al suo predecessore Joseph Kabila. I deputati hanno votato per la “decadenza” della loro presidente pro-Kabila Jeanine Mabunda con 281 voti, contro 200 voti a suo favore, con un’astensione e un voto nullo.

La rivista tedesca “Der Spiegel” ha nominato il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, “il perdente dell’anno” per il 2020.

Già prima del Covid-19, l’India contava il 35% dei bambini malnutriti del mondo, con circa 1,08 milioni di piccoli che morivano prima del loro quinto anno di età per cause legate alla malnutrizione. La pandemia ha purtroppo aggravato ulteriormente questo quadro con una stima di 300.000 bambini malnutriti in più e un incremento del 18-23% delle morti infantili.

“Patrimoniale? La scelta spetta al parlamento e al governo ma io posso dire che il patrimonio da aggredire è quello dell’evasione fiscale, quello è il vero patrimonio. Una delle cause dell’evasione fiscale è la confusione legislativa, che e’ dove si nascondono gli evasori” cosi’ il direttore dell’Agenzia delle entrate, Ernesto Maria Ruffini, ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo su La7.

Il gigante minerario anglo-australiano Rio Tinto dovra’ ricostruire la grotta di Juukan George, un sito aborigeno risalente a 46 mila anni fa, distrutto lo scorso maggio da un progetto di esplorazione del minerale del ferro. Lo ha decretato una commissione d’inchiesta del Parlamento australiano incaricata di valutare comportamenti e l’entita’ dei danni, definendo di “atto imperdonabile” quello compiuto da Rio Tinto e chiedendo di risarcire i proprietari tradizionali del terreno in cui si trovavano le grotte, il popolo Puutu Kunti Kurrama e Pinikura (Pkkp).

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password