I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

1 Gennaio 2021 – Capodanno, piazze deserte nel mondo tranne a Wuhan. Un giornalista afghano ucciso. Yellen, neo Segretario del Tesoro Usa 7 miliardi di dollari in due anni in conferenze. Dopo 4 mandati finisce era Merkel

L’addio al 2020 verrà ricordato nella storia per le immagini di piazze, strade e luoghi emblematici del pianeta desolatamente vuoti. Non è avvenuto però a Wuhan, la metropoli cinese da dove si è diffusa la pandemia e dove la fine dell’anno è stata molto più simile che altrove alla vecchia normalità. Le immagini viste ieri sera hanno fatto il giro del mondo, mostrando una realtà diversa da quella del resto del pianeta. Migliaia di persone sono scese in piazza per salutare il 2021 in una atmosfera di festa. Quasi tutti indossavano la mascherina, anche se molti non in modo corretto. 

Un giornalista afgano e attivista per i diritti umani è stato ucciso venerdì da uomini armati non identificati nell’Afghanistan occidentale. E’ il quinto giornalista ad essere ucciso nel paese devastato dalla guerra negli ultimi due mesi. Bismillah Adil Aimaq era sulla strada vicino a Feroz Koh, la capitale della provincia di Ghor, e stava tornando a casa in città dopo aver visitato la sua famiglia in un villaggio vicino, quando uomini armati hanno aperto il fuoco contro il veicolo.

Janet Yellen, scelta dal presidente eletto Usa Joe Biden per ricoprire la carica di segretaria al Tesoro, ha guadagnato più di 7 milioni di dollari in conferenze tra il 2019 e il 2020 da importanti società finanziarie e giganti della tecnologia tra cui Citi, Goldman Sachs e Google, secondo i moduli di informativa presentati come parte della sua nomina. Quella di Yellen è stata una delle tre divulgazioni finanziarie presentate dai funzionari di transizione di Biden che sono state rese pubbliche giovedì dall’Office of Government Ethics.

L’Iran ha informato l’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) che intende produrre uranio arricchito fino al 20% di purezza, ben oltre la soglia del 3,67% fissata dall’accordo di Vienna del 2015. “L’Iran ha informato l’Agenzia della sua intenzione di arricchire l’uranio fino al 20 per cento nel suo impianto sotterraneo di Fordow, per conformarsi ad una legge approvata di recente dal parlamento“.

Si conoscerà domani, e non oggi com’era stato annunciato in precedenza, il risultato del voto presidenziale del 27 dicembre nel Niger, dove nel conteggio parziale appare in netto vantaggio, con circa 1,4 milioni di preferenze, il braccio destro del presidente uscente Mahamadou Issoufou, al potere dal 2011, l’ex premier Mohamed Bazoum. Il quale pero’, per potersi aggiudicare senza ballottaggio il primo passaggio pacifico del potere nel piccolo, poverissimo e travagliato Paese africano, segnato da frequenti colpi di stato e da una cronica instabilità politica, dovra’ aver conquistato almeno il 50% piu’ uno dei circa 4 milioni di voti espressi su un totale di 7,5 milioni di aventi diritto.

Portland ‘festeggia’ l’arrivo del 2021 con una rivolta e nuovi atti di vandalismo. Una folla di manifestanti si è data appuntamento poco prima delle 20 locali vicino a Chapman Square, cuore delle proteste che hanno imperversato nella citta’ dell’Oregon per tutto l’anno passato.

Resta alta la tensione in Israele per la morte di un giovanissimo colono, deceduto il 21 dicembre in un incidente stradale durante un inseguimento della polizia in Cisgiordania. Da allora si susseguono le proteste di attivisti di destra che chiedono un’inchiesta indipendente. 

Il romanziere giapponese Haruki Murakami ha esortato i leader politici a “parlare onestamente dal profondo” alle persone per incoraggiarle a impegnarsi nella lotta al Covid-19. Lo scrittore, in un programma radiofonico live di Capodanno di due ore, ha detto che i politici devono aiutare a ridurre l’incertezza e la paura del pubblico per il coronavirus e ottenere il sostegno delle persone parlando sinceramente della pandemia. “Penso che un problema essenziale sia il nostro futuro incerto, che sta scatenando un senso di paura, rabbia ed evasione tra le persone, che ritengo sia il pericolo più grande“.

Il Congresso Usa ha annullato il veto del presidente Donald Trump sul disegno di legge sulla Difesa: è la prima volta che questo accade nei quattro anni del tycoon alla Casa Bianca. Trump aveva rigettato il progetto da 740 miliardi di dollari la settimana scorsa, sostenendo che non facesse abbastanza nel limitare i social media schierati, a suo parere, contro di lui. Il presidente si era opposto anche alla possibilità, prevista nel pacchetto legislativo, di rinominare quelle basi militari intitolate a leader degli Stati Confederati, quelli che volevano mantenere lo schiavismo.

Restano chiuse tutte le scuole elementari di Londra, lo ha deciso il governo che ha accolto le proteste e le pressioni legali delle autorità locali della capitale; lo scrive il Guardian.

Quattro mandati e poi addio. Nel suo ultimo discorso di fine anno da cancelliera, Angela Merkel ha annunciato che non si ricandiderà alle elezioni federali che si terranno tra nove mesi in Germania e che abbandonera’ la vita politica. L’addio allo scettro dopo 16 anni ininterrotti alla guida della Cancelleria lascerà un vuoto non facile da colmare nel suo stesso partito, la Cdu, l’Unione Cristiano-Democratica, chiamata a breve a decidere chi sara’ il suo futuro leader.

Il ministero della Salute argentino ha segnalato 317 casi di reazioni avverse dopo la somministrazione di di 32.013 dosi del vaccino Sputnik V, nei primi due giorni della campagna di vaccinazione nazionale contro il Covid-19 iniziata martedi’. Il 44,2% delle reazioni avverse riportate corrispondono a persone con febbre, mal di testa e/o mialgia, che si sono manifestate da 6 a 8 ore dopo la vaccinazione. Le reazioni durano in media 24 ore. Il primo rapporto delle autorita’ sanitarie sulla campagna di vaccinazione ha segnalato questi effetti negativi in 18 delle 24 giurisdizioni del Paese. Il 99,3% degli eventi riportati sono stati lievi e moderati, non hanno richiesto il ricovero in ospedale e si sono evoluti con un recupero completo.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password