I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

1 Aprile 2021 – Javad Zarif è entrato in Clubhouse per parlare di censura. Protezione Pfizer e Moderna potrebbe durare anni. Vietnam invita al dialogo parti in lotta in Birmania. Si torna a riunire la commissione Jcpoa. Gop contro Biden su Piano Infrastrutture

Il ministro degli Esteri iraniano, Javad Zarif, ha stupito gli utenti internet iraniani, entrando a sorpresa in una chat-room audio di Clubhouse, dove ieri sera ha risposto a diverse domande, mentre man mano che la notizia si diffondeva in rete le persone collegate arrivavano a 8 mila. L’iniziativa, in un Paese dove Twitter e Facebook sono censurati, è stata letta da alcuni come un gesto di apertura senza precedenti.

La protezione offerta dai vaccini contro il coronavirus di Pfizer e Moderna durerà probabilmente più di sei mesi e potrebbe anche durare anni e si aggira sul 91% anche per le forme meno gravi. Lo hanno detto alla CNN esperti. Pfizer sarebbe efficace anche contro la variante del Sudafrica.

La posizione del Vietnam sulla Birmania è molto chiara. Abbiamo condannato le violenze contro i civili e chiesto che le parti siedano ad un tavolo per dialogare“. Lo ha detto l’ambasciatore di Hanoi all’Onu Dang Dinh Quy, presidente di turno del Consiglio di Sicurezza per il mese di aprile. Si tratta della prima posizione forte assunta da un paese dell’area. Da decine di Paesi membri dell’Onu arriva poi una dichiarazione congiunta che denuncia la chiusura di Internet e gli attacchi alla libertà di espressione in Birmania. Con le ultime vittime della repressione delle manifestazioni anti-golpe in Myanmar sale a 543 il numero dei morti per mano dei militari del regime birmano.

Gli Stati Uniti accolgono con favore e soddisfazione l’annuncio dell’Unione europea (Ue) di un incontro in videoconferenza, domani 2 aprile, con i rappresentanti dei Paesi firmatari dell’accordo sul nucleare iraniano. Lo ha affermato il portavoce del dipartimento di Stato Usa, Ned Price. 

“Oggi è stato raggiunto un accordo su una soluzione una tantum” per la distribuzione di 10 milioni di dosi BionTech-Pfizer. “Consente una significativa espressione di solidarietà attraverso la distribuzione di quasi 3 milioni di vaccini agli Stati membri più bisognosi“. Lo scrive la presidenza di turno portoghese del Consiglio Ue, in una nota. “Diciannove Stati membri ricevono” il pro-rata “di 6, 66 milioni” di dosi sulla base della popolazione. Austria, Repubblica Ceca e Slovenia ricevono il pro-rata dei 10 milioni di vaccini. Cinque Paesi – Bulgaria, Croazia, Estonia, Lettonia e Slovacchia – oltre al pro-rata di 10 milioni di dosi, ricevono 2.854.654, come “vaccini solidali“, si spiega.

Un giudice federale ha dato ragione alla Nike, ordinando la sospensione temporanea delle vendite delle “Satan Shoes” prodotte da una società con sede a New York in collaborazione con il rapper Lil Nas X. Nonostante le scarpe abbiano il logo dell’azienda, Nike non le aveva approvate.

Il segretario di Stato Usa, Antony Blinken, ha inviato una lettera ai tre membri della Presidenza tripartita bosniaca in cui di fatto smentisce che gli Stati Uniti e Unione europea stiano preparando una revisione dell’accordo di pace di Dayton.

Il cartello petrolifero Opec e i Paesi alleati (il gruppo Opec+) immetterà gradualmente sul mercato fino a un milione di barili al giorno in più, aumentando la produzione di 250.000 barili al giorno a maggio, 350.000 barili al giorno a giugno e 400.000 barili al giorno a luglio.

Il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, ha annunciato la nomina della polacca Joanna Wronecka come sua nuova coordinatrice speciale per il Libano.

Il leader della minoranza al Senato americano Mitch McConnell ha affermato che i repubblicani non sosterranno il pacchetto di investimenti nelle infrastrutture da 2.000 miliardi di dollari presentato dal presidente Joe Biden. “Il mio punto di vista sulle infrastrutture è che dovremmo costruire ciò che possiamo permetterci e non colpire l’economia con grandi aumenti delle tasse o aumentare ancora di più il debito nazionale“.

 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password