I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Usa, Pfizer: politica non influenzerà la corsa per il nostro vaccino

L’amministratore delegato di Pfizer Albert Bourla, uno dei produttori di farmaci che è impegnato nello sviluppo per un vaccino contro il coronavirus, ha spiegato ai dipendenti di essere contrariato deluso dal fatto che il suo lavoro sia stato politicizzato durante il dibattito presidenziale di questa settimana e ha cercato di rassicurare il personale statunitense che la società non si piegherà alle pressioni per muoversi più rapidamente.

Bourla ha assicurato che la società si sta “muovendo alla velocità della scienza“, rispetto alle esigenze contingenti e opportunistiche della politica.”L’unica pressione che sentiamo sono i miliardi di persone, milioni di imprese e centinaia di funzionari governativi che dipendono da noi“. Questa precisazione arriva dopo che il presidente Donald Trump aveva affermato “È una cosa molto politica. Ho parlato con Pfizer, ho parlato con tutte le persone con cui devi parlare, Moderna, Johnson & Johnson e altri. Possono andare molto più veloci di così. È diventato molto politico a causa [della] sinistra“.

Il signor Bourla ha detto che la sua azienda potrebbe avere dati sufficienti per richiedere l’autorizzazione entro la fine di ottobre. Mentre Pfizer e Moderna biotech con sede a Boston hanno iniziato le loro sperimentazioni di fase 3 lo stesso giorno di luglio, il progetto di prova di Pfizer significa che potrebbe ottenere risultati prima. Come ricorda il Financial Times, a differenza di molte altre società che hanno preso fondi governativi per sperimentazioni cliniche o per espandere la produzione, Pfizer ha firmato solo un accordo di preordine con il governo degli Stati Uniti. Bourla ha detto che la società ha messo a rischio quasi 2 miliardi di dollari dei propri soldi. “Ci siamo impegnati con molti leader eletti in tutto il mondo durante questa crisi sanitaria, ma Pfizer non ha preso soldi per investimenti da nessun governo. La nostra indipendenza è una risorsa preziosa“.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password