I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Tunisi invia medici in Italia. I due Paesi uniti contro il COVID-19

Tunisi, 11 aprile 2020 – Una delegazione militare di medici e paramedici tunisini è partita da Tunisi verso l’Italia, sabato 11 aprile, per sostenere i colleghi italiani nella loro lotta contro il nuovo coronavirus (Covid-19). La decisione di inviare personale medico in Italia è giunta durante una comunicazione telefonica tra il presidente tunisino, Kais Saied e il suo omologo italiano, Sergio Mattarella, lo scorso 23 marzo. Fin dall’inizio della pandemia, la presidenza tunisina aveva espresso la sua disponibilità ad inviare un team medico in Italia per sostenere gli italiani in questo difficile momento storico, nonostante i mezzi modesti del Paese nordafricano. 

La delegazione, composta da medici ed infermieri, volontari specializzati nella rianimazione in anestesia, nella terapia intensiva e nella sicurezza biologica, è stata salutata alla base dell’aeronautica militare di l’Aouina dal Ministro della Difesa, Imed Hazgui, dal Ministro degli Affari Esteri, Noureddine Erray, e dall’ambasciatore italiano in Tunisia, Lorenzo Fanara. È atterrata intorno alle 9,30, questa mattina all’aeroporto di Milano Malpensa e sarà assegnata al nuovo ospedale COVID, allestito negli spazi della Fiera di Milano per la cura di pazienti che necessitano di terapia intensiva. I medici militari, al loro arrivo in Italia, sono stati accolti dalle autorità della Regione Lombardia, l’ambasciatore tunisino a Roma, e il Console generale della Tunisia a Milano.

L’iniziativa, benvenuta dal titolare della Farnesina, Luigi Di Maio, rientra nell’ambito di collaborazione strategica tra i due Paesi, segnatari del Memorandum of Understanding Italia – Tunisia nel 2017 e perfezionato il 18 marzo 2019. Il Governo italiano ha anche recentemente stanziato 50 milioni di euro, 150 milioni di dinari tunisini, in credito di aiuto nel quadro di un programma di supporto delle piccole e medie imprese (PMI) tunisine definito a livello intergovernativo nella prima metà dello scorso anno. Il credito di aiuto, versato dalla Cassa Depositi e Prestiti alla Banca centrale della Tunisia (BCT) verrà erogato alle compagnie tunisine, oggi messe in difficoltà dalla pandemia ed emergenza sanitaria globale. Finora l’Italia ha registrato 152.271 casi confermati di Covid-19 e 19.468 morti, mentre la Tunisia conta 685 contagi, di cui 28 morti e 43 persone guarite.

Condividi questo post

Nata nelle Marche nel 1988. Giornalista pubblicista, vive a Tunisi dove sta studiando arabo mentre partecipa alle vicende libiche. Corrispondente per “Notizie Geopolitiche”, Tripoli è stata la sua prima esperienza come inviata di guerra. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratrice presso il quotidiano di approfondimento “L’Indro”. Ho commentato la crisi libica per diversi canali del Golfo (218 TV, Sky News Arabia, Libya’s Channel e Libya al-Hadath) ed italiani (TgCom24, SkyTg24, Uno mattina, Tg Rai, Radio Domani, Radio Anch’io, Radio in Blu). È autrice di “Speciale Libia”, una piattaforma dedicata al Paese nordafricano. Scrive di Medio Oriente e Nord Africa, dal terrorismo al lablabi.

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password