I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria
Rassegna Stampa

Rassegna Stampa Italia – 27 Giugno 2020

“Scuola, ritorno in classe il 14 settembre. Non c’è spazio per un milione di alunni”. Corriere della Sera sceglie quindi il tema della scuola per aprire il suo giornale. Poi grande spazio all’acceso scambio di battute tra Giuseppe Conte e Angela Merkel “Il gelo Merkel-Conte. La Cancelliera invita l’Italia a pensare al Mes. La replica: faccio io i conti”. La Stampa riprende l’invito della Cancelliera tedesca “L’Italia utilizzi tutte le risorse UE”. In una intervista il ministro Boccia apre ad accordi locali con i 5stelle. La Repubblica apre con “Finalmente la scuola. Ma un milione resta fuori. Azzolina firma l’intesa con le Regioni: via il 14 settembre. Un metro tra uno studente e l’altro. Bisognerà trovare posti alternativi per il 15% dei ragazzi”. Anche sul quotidiano di Scalfari spazio per la polemica Merkel-Conte. Cottarelli lancia le sue 91 idee antiburocrazia. La Verità sull’inchiesta di Bergamo riporta una intercettazione dove le coop si lamentano “Con Salvini ci salta il business”. Poi la denuncia di come la governatrice della BCE “sfascia i sogni del premier. A luglio niente sì al Recovery Fund”. Il Sole24Ore “Wall Street, trimestre da record ma con una scivolata finale (-2,4%). Il noto giornale economico mette poi in rilievo come la manovra estiva concentrerà le risorse su enti locali e cig. L’Osservatore Romano denuncia la pessima situazione dello Yemen e escalation di tensioni in Israele”. Il Riformista “Il garante al Parlamento: detenuti e migranti, basta leggi populiste”. Poi intervista a Matteo Salvini “Grazie lombardi, da soli avete fermato il Covid”. Il Giornale contro il Piano bluff sulla scuola “Il governo marina la scuola”. Il Gazzettino “Scuola, finalmente data e norme. Accordo Governo-Regioni sulle linee guida. Poi il ricorso del M5s al Senato per il ripristino dei vitalizi. Il Manifesto dedica la copertina alla “terra compromessa”, cioè alle tensioni crescenti in Israele per l’annessione di pezzi della Cisgiordania. Libero “A Conte piacciono i debiti. L’Italia senza un euro vuole il ponte di Messina. L’Inps sta finendo le risorse e le aziende battono cassa, però i partiti sognano la grande opera inutile da 6miliardi”. Il Fatto Quotidiano relega in un boxino la vicenda Azolina e dedica l’apertura al ripristino dei vitalizi.

Slider image
Slider image
Slider image
Slider image
Slider image
Slider image
Slider image
Slider image
Slider image
Slider image
Slider image
Slider image
Slider image
Condividi questo post

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password