I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Nagorno-Karabakh, ospedale materno di Stepanakert bombardato dall’Azerbaijan

Tra le 14:25 e le 14:57 di quest’oggi l’esercito azero ha nuovamente bombardando la città di Stepanakert, la capitale dell’Artsakh (Nagorno-Karabakh). L’aviazione avrebbe condotto circa 6 o 7 attacchi, noncurante del terzo cessate fuoco raggiunto dalle superpotenze. Le sirene risuonano per le vie della città mentre ad essere preso di mira è stato l’ospedale di maternità di Stepanakert.

Il link per vedere il video del bombardamento

ANNA News, ha pubblicato un video delle esplosioni Stepanakert. Il reporter dell’agenzia racconta di aver visto aerei sganciare bombe con paracadute, molto probabilmente riferendosi a bombe ritardate equipaggiate con i ballute. “Un attimo fa è stato lanciato un attacco aereo nel centro di Stepanakert. Le bombe sono cadute in centro, vicino alla scuola Griboedov, lì si trova anche il ministero delle situazioni di emergenza. Le bombe venivano sganciate dagli aerei con paracadute“.

Armenpress ha diramato anche i dati aggiornati sulle conseguenze dei crimini azeri commessi contro la popolazione dell’Artsakh dal 27 settembre. Questi numeri sono stati ufficializzati dall’Ufficio del Difensore civico dell’Artsakh (Nagorno-Karabakh) e attestano che, al 26 ottobre, un totale di 39 civili dell’Artsakh – 1 bambina, 7 donne e 31 uomini – sarebbero stati uccisi dagli attacchi azeri. Un totale di 122 persone sono rimaste ferite, di cui 102 hanno riportato ferite gravi. 83 di loro sono maschi e 19 sono donne. Ammonterebbero a 150 gli insediamenti nell’Artsakh che hanno subito gravi danni materiali.

Condividi questo post

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password