I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Marine Le Pen a processo per aver mostrato foto di Daesh

Marine Le Pen, leader del partito di destra francese ‘Rassemblement National‘, è comparsa in queste ore davanti ai giudici del tribunale penale di Nanterre, alle porte di Parigi, per aver diffuso sul suo account Twitter delle terribili immagini dell’Isis. I fatti risalgono al dicembre 2015. In quei giorni, secondo Le Pen, il giornalista Jean-Jacques Bourdin aveva paragonato il suo partito a Daesh durante un programma radiofonico. Le Pen decise di rispondere pubblicando dei tweet con tre fotografie raffiguranti le atrocità dello Stato Islamico con il commento:

Questo è Daesh“.

Foto – Lo screenshot dei tweet pubblica da Marine Le Pen

Gli scatti mostravano un soldato siriano che veniva ucciso schiacciato da un carro armato, un pilota giordano bruciato vivo in una gabbia e il corpo decapitato del giornalista statunitense James Foley con la testa accanto. 

In Francia è vietata la “diffusione di messaggi violenti che possono essere visti da minori“. Il codice penale prevede una pena fino a tre anni di carcere e 75 mila euro di multa per chi viola la norma. La procura contesta questo reato a Le Pen e ha chiesto che venga condannata a pagare 5.000 euro. Sul banco degli imputati c’è anche l’eurodeputato Gilbert Collard, dello steso partito di Le Pen, accusato anche lui di aver diffuso lo stesso giorno la fotografia di un uomo massacrato, con il cranio sfondato, sempre in risposta a Bourdin.

Condividi questo post

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password