I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Italia, bozza di piano del Governo per distribuzione vaccino Covid

Secondo quanto affermato da Gianni Rezza, Direttore Generale della Prevenzione presso il ministero della Salute italiano, nel corso della conferenza stampa sui dati del monitoraggio settimanale, sarebbe stata ultimata – dagli esperti del dicastero – la bozza del piano per la messa in distribuzione del vaccino contro il Covid. “Si sta perfezionando anche con una riflessione con le regioni, ma nei prossimi giorni il ministro ne darà conoscenza“.

Secondo quanto si apprende il piano conterrebbe indicazioni di ordine medico, a partire dalle categorie da sottoporre prioritariamente alla vaccinazione, sia di natura organizzativa e logistica. Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanità, ha spiegato: “C’è qualche problema per la catena del freddo per la distribuzione del vaccino Covid ma era noto. Adesso il lavoro che sarà svolto con Arcuri consentirà di poter avere un adeguato meccanismo di distribuzione tenendo presente che ci sono anche altri vaccini che stanno arrivando. Si investe su diverse piattaforme vaccinali per poter avere numeri più larghi di vaccini disponibili“. A preoccupare probabilmente le gravi difficoltà che l’Italia, sia a livello nazionale sia a livello regionale, sta riscontrando nella distribuzione del vaccino antinfluenzale.

A ricevere subito le dosi dovrebbero essere un milione e 700mila cittadini, che saranno scelti in base ad una serie di categorie individuate in funzione della loro “fragilità e potenziale esposizione al virus“. Tra i primi a poter accedere al vaccino saranno gli operatori sanitari, a seguire la fascia più colpita da questo virus cioè gli anziani (a partire da quelli più a rischio ricoverati nelle Rsa) e le persone che per ragioni di salute, dalla presenza di malattie cronache a quelle autoimmuni. Gli ultimi saranno i giovani. Entro lunedì le Regioni dovranno consegnare al commissario per l’emergenza Domenico Arcuri una ricognizione sulla logistica per i vaccini anti covid.

I medici dei centri vaccinali saranno i primi ad essere chiamati all’appello per l’inoculazione del vaccino. Poi si ampliarà probabilmente la squadra dei vaccinatori con coinvolgendo i medici di famiglia. Ad oggi non pare che però il piano vaccinale italiano sarà uguale a quello adottato ad esempio in Gran Bretagna dove l’NHS per agevolare il processo di somministrazione si prevede la creazione di diversi drive-in con più di 1.500 medici di base e con la collaborazione di studenti universitari di medica e infermieristica volontari, così come di dottori ormai in pensione, pronti a somministrare il vaccino dalle 8 di mattina alle 8 di sera. Il piano italiano non pare tenga in considerazione quanto previsto nell’Operation Wrap Speed statunitense: negli Usa infatti è prevista una diversificazione della distribuzione privilegiando in un primo momento quegli Stati che sono stati più colpiti dal virus.

Intanto l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha comunicato alla Reuters di essere in trattativa con l’istituto russo Gamaleya che ha sviluppato il vaccino candidato Sputnik V contro COVID-19 per il possibile inserimento del vaccino nell’elenco per uso di emergenza. “Se un prodotto presentato per la valutazione soddisfa i criteri per l’uso emergenziale, l’OMS pubblicherà ampiamente i risultati, inserendolo nella lista dei vaccini ad uso emergenziale. Certamente l’OMS ne raccomanderebbe efficacemente il suo utilizzo agli Stati membri“. Secondo quanto si apprende dall’istituto Gamaleya “Attualmente 40.000 volontari stanno prendendo parte a studi clinici di Fase III, randomizzati e controllati con placebo di Sputnik V, di cui oltre 20.000 sono stati vaccinati con la prima dose del vaccino e oltre 16.000 con la prima e la seconda dose“. Il 10 novembre è avvenuta invece la sospensione del trial clinico brasiliano del vaccino cinese contro il coronavirus, il CoronaVac della Sinovac dopo “una risposta avversa grave” che avrebbe portato addirittura al decesso di un volontario. 

Condividi questo post

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password