I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Il Turkmenistan si attiva nelle relazioni internazionali

Il Turkmenistan porta avanti le sue relazioni internazionali in maniera attiva con diversi Paesi dell’Europa e del mondo, anche in formato video-conferenza, date le circostanze e le precauzioni contro il Covid-19. Si sono svolti in questa maniera, infatti, i colloqui tra i viceministri degli Esteri del Turkmenistan e della Repubblica Ceca, in cui sono stati discussi diversi temi; tra di essi spiccano la cooperazione riguardante i corridoi di trasporto e di transito che collegano l’Europa con l’Asia e lo sviluppo delle relazioni commerciali, per le quali saranno organizzati incontri on-line tra le rispettive Camere di Commercio. Inoltre i viceministri Martin Tlap per la Cechia e Vepa Khadjiev per il Turkmenistan hanno valutato la loro cooperazione specialmente per quanto concerne le iniziative di pace, a livello di UE e ONU. E proprio a tal proposito occorre segnalare che nel Paese verrà aperta una nuova rappresentanza della Nazioni Unite, l’UNOPS, dedicata al perfezionamento e alla supervisione dei progetti e dei servizi forniti dalle agenzie dell’ONU. Oggi il Turkmenistan ospita già diverse sedi della Nazioni Unite, tra cui il Fondo per l’infanzia e l’Ufficio per il controllo della droga e la prevenzione del crimine. Ora è stato proposto al Paese un progetto di interazione nella sfera della sanità, mentre l’apertura di una sede UNOPS è stata lanciata da Amina J. Mohammed, vice segretaria generale delle Nazioni Unite.

Ed è nella capitale Ashgabat che si terrà quest’anno il summit trilaterale con Turchia e Azerbaigian. Uno dei temi principali della conferenza a livello presidenziale verterà sulla possibilità di trasportare le risorse energetiche turkmene in Europa a seugito del memorandum siglato con Baku sullo sfruttamento del giacimento Dostluk nel mar Caspio. E nel frattempo con la Turchia ha siglato un programma di cooperazione per il biennio 2021-2022, firmato dai rispettivi Ministri degli Esteri con finalità in ambito politico, diplomatico, economico, commerciale e culturale.

Infine, il Turkmenistan non dimentica di essere stato una Repubblica facente parte dell’Unione Sovietica. In occasione della festa del 23 febbraio (il giorno dei Difensori della Patria), infatti, l’ambasciatore turkmeno in Germania, Berdymurad Redjepov, ha partecipato alla tradizionale cerimonia della posa delle corone di fiori presso il Sowjetisches Ehrenmal, il memoriale dei soldati sovietici situato nel parco Treptower di Berlino. Alla cerimonia hanno partecipato i diplomatici di altri Paesi dell’ex URSS oltre ai rappresentanti di partiti politici tedeschi.

Condividi questo post

Vive a Mosca dal 2006. Traduttore dal russo e dall’inglese, insegnante di lingua italiana. Dal 2015 conduce la video-rassegna della Giordano Brokerage-EST, in cui racconta le notizie positive sulla Russia e sulla cooperazione tra Italia e Russia che vengono ignorate o travisate dalla stampa italiana. 

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password