I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Due asteroidi, grandi come la piramide Giza, transiteranno vicino alla Terra

Due asteroidi – 2020 RO e 2020 PM7 – della dimensione delle piramidi di Giza, che è alta 139 metri, transiteranno vicino alla Terra nelle prossime due settimane. Il primo, il più piccolo il 25 settembre, passerà ad una distanza di quasi sei milioni di chilometri dalla Terra, secondo la Nasa. Il secondo passerà più vicino al nostro Pianeta il 29 settembre ad ‘appena’ 2,8 milioni di chilometri. Tra venerdì e il 2 ottobre saranno 21 gli asteroidi che passeranno vicino alla Terra. L’incontro più ‘ravvicinato’ nei prossimi 14 giorni sarà con 2020 RA6, che è largo 121 piedi, e che sfiorerà il nostro pianeta a circa 324.000 miglia. Il più grande asteroide che accarezzerà la Terra nei prossimi mesi sarà a due milioni di chilometri il prossimo 21 marzo 2021 e avrà una dimensione di 1,5 chilometri.

Ad oggi la NASA ha identificato quasi un milione di asteroidi. Fondamentale in questo senso è stato il suo programma NEO (Near Earth Object), lanciato nel 1998, e che ha permesso all’agenzia spaziale di scoprire che più del 90% degli asteroidi sono più larghi di 3.200 piedi, con “una grande frazione” di quelli oltre 460 piedi. L’agenzia lavora per caratterizzare i NEO e per valutare il rischio di impatto e pianificare strategie di difesa planetaria in caso di potenziale collisione. La maggior parte di questi corpi celesti non entrerà nell’atmosfera terrestre per fortuna e al massimo creerà problemi ai sistemi meteorologici.

La scorsa estate, come ricorda Newswseek, un asteroide delle dimensioni di un campo di calcio ha attraversato il nostro pianeta con pochissimo preavviso. L’asteroide, denominato 2019 OK, è arrivato entro 40.400 miglia dalla Terra il 24 luglio, lo stesso giorno in cui è stato scoperto dagli astronomi. I ricercatori hanno poi tracciato il percorso degli asteroidi e hanno scoperto che questo sarebbe stato l’incontro più vicino che avremmo avuto con questo oggetto per i prossimi 200 anni. Questa scoperta ha allarmato gli scienziati perché nonostante gli sforzi della Nasa e di altre agenzie spaziali di tutto il mondo restano ancora tanti i corpi celesti sconosciuti.

La Terra è colpita da circa 100 tonnellate di polvere e particelle ogni giorno. Una roccia delle dimensioni di un campo da calcio colpisce il pianeta all’incirca una volta ogni 2.000 anni. Le possibilità di un evento di grande impatto sono molto basse. Si stima che un asteroide che misura 3.200 piedi colpisca la Terra, in media, una volta ogni 600.000 anni, secondo il MIT.

Condividi questo post

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password