I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Capo Verde tra i Paesi più sicuri al mondo per il turismo

La Repubblica di Capo Verde è stata inserita tra i cinque Paesi al mondo più sicuri per i turisti per l’anno a venire, insieme a Groenlandia, Norvegia, Slovenia e Svizzera. In questo modo, l’arcipelago di dieci isole a 500 km ad ovest del Senegal, si piazza anche al primo posto tra gli Stati africani. A stilare la speciale classifica è la “International SOS”, una delle maggiori compagnie di servizi medici e assicurativi del mondo. Secondo le sue stime, Capo Verde mostra un livello di rischio “insignificante” per la sicurezza dei turisti che la visitano, che erano stati più di 800mila nel 2019. Il turismo fornisce un quarto del PIL nazionale, dunque è una fonte importantissima di reddito, sulla quale il governo punta per risollevare l’economia prostrata dalla crisi del coronavirus: nel 2020 le perdite sono arrivate fino al 70%, ma per il 2021 è previsto un significativo aumento. A Capo Verde, ex colonia portoghese che ha ottenuto l’indipendenza nel 1975, i casi confermati di Covid-19 dal 3 gennaio sono stati 11.400, con poco più di 100 decessi (dati ufficiali OMS), su una popolazione di circa 550mila persone. Intanto arriva una buona notizia per l’aeroporto dell’isola di Sal, che accoglieva solitamente mille passeggeri all’anno: il 14 dicembre è atterrato il primo volo commerciale da otto mesi a questa parte, operato dalla SATA, compagnia della Azzorre a capitale portoghese. 

Proprio per ammortizzare gli effetti deleteri della pandemia, ad aprile era stata introdotta una moratoria sui crediti bancari, valida fino al 31 dicembre, di cui hanno usufruito circa 660 imprese legate al turismo. Ora il governo l’ha prorogata fino a settembre del prossimo anno, come annunciato dal vicepremier Olavo Correia, il quale ha giustificato il provvedimento spiegando come Capo Verde stia vivendo la “più grande recessione economica” della sua storia. La proroga è stata indetta durante la discussione parlamentare sulla proposta della Legge di Bilancio del 2021. La legge è stata approvata l’11 dicembre con i voti della maggioranza, mentre i partiti di opposizione hanno votato compatti a sfavore. Alcuni partiti di minoranza hanno etichettato la proposta di bilancio come “spendacciona” e “irrealista”,  non conforme alle reali necessità del Paese, mentre altri hanno persino accusato il governo di usare il nuovo bilancio per coprire le spese di viaggio effettuate dai suoi rappresentanti durante la campagna elettorale.

Condividi questo post

Vive a Mosca dal 2006. Traduttore dal russo e dall’inglese, insegnante di lingua italiana. Dal 2015 conduce la video-rassegna della Giordano Brokerage-EST, in cui racconta le notizie positive sulla Russia e sulla cooperazione tra Italia e Russia che vengono ignorate o travisate dalla stampa italiana. 

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password