I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

Ahmed Gaddaf Al Dam risponde all’estensione delle sanzioni USA contro i sostenitori di Gheddafi

Chiediamo al presidente americano di correggere gli errori dell’America e di far corrispondere le sue dichiarazioni sui diritti umani e le libertà, con le azioni. Le loro restrizioni e le loro punizioni ingiustificate offendono l’America“. Ha detto il cugino di Gheddafi dal Cairo, aggiungendo: “Non sono bastati dieci anni di magra per sapere la misura della sua verità, e prima ancora il loro diritto di imporre la loro autorità su altri continenti. Stiamo aspettando le scuse per i crimini dell’America nel mio paese e nella mia nazione (in Libia ndr)“.

Gaddaf Al-Dam ha indicato che se gli Stati Uniti “vogliono un punto d’incontro, su un piano di parità, questo non sarà raggiunto in questo spirito razzista“.

L’ex inviato al Cairo del rais, oggi capo del fronte di lotta nazionale, ha condannato con fermezza l’estensione delle sanzioni verso i membri della famiglia Gheddafi e i loro sostenitori, invitando Washington ad agire “con valori e giustizia“, avvertendo che la verità trionfa sempre.

Condividi questo post

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password