I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

30 Luglio 2020 – Salvini a processo: 149 sì contro i 141 no. Johns Hopkins Centre: Covid negli Usa è fuori controllo. Anarchica francese presto estradata in Italia, sospettata di attentati contro uffici postali

Matteo Salvini andrà a processo per rispondere all’accusa di plurimo sequestro di persona e rifiuto di atti d’ufficio. Alla fine dal Senato è arrivato il sì all’autorizzazione a procedere sulla vicenda Open Arms, la nave della ong spagnola rimasta per 20 giorni nel Mediterraneo con a bordo 164 migranti ad agosto 2019 con 149 voti a favore e 141 contrari. Come era prevedibile, nonostante il voto contrario della Giunta delle Autorizzazioni a procedere, l’Aula ha autorizzato il processo. A nulla sono servite le intercettazioni della vicenda Palamara che hanno reso pubblico un presunto processo politico contro il leader della Lega.

Gli Stati Uniti, secondo un rapporto gli studiosi della Johns Hopkins University, deve resettare le azioni intraprese per fronteggiare il Covid-19 rispondendo con azioni politiche a livello federale, statale e locale per contenere la pandemia, che al momento risulta essere fuori controllo. Dieci le raccomandazioni pubblicate nel rapporto: obbligo di indossare la mascherina in luoghi pubblici, accentramento dei poteri per migliorare la capacità di testing e, nei luoghi in cui i tassi di trasmissione stanno peggiorando, l’obbligo di restare a casa oltre che divieto di grandi raduni al chiuso.

L’ipotesi di un rinvio delle elezioni presidenziali americane di novembre a cui ha alluso il presidente Usa Donald Trump non è piaciuto ai repubblicani, con diversi esponenti alla Camera, al Senato e alla guida del partito che hanno bocciato l’ipotesi. 

La trentaduenne francese Carla Tubeuf, sospettata di legami con gli anarchici di estrema sinistra e contro la quale era stato spiccato un mandato di arresto europeo, sarà presto estradata in Italia. La donna pare essere coinvolta in uno o più attentati dinamitardi contro uffici postali in Italia nel 2016, nell’ambito di una campagna contro la politica di Roma nei confronti dei migranti.

Un superstite della Shoah ha chiesto un risarcimento alle ferrovie tedesche per il loro ruolo nell’olocausto dopo averne ottenuto uno, per ragioni analoghe, dalle ferrovie olandesi. L’ottantaquattrenne olandese Salo Muller vide da bambino i suoi genitori portati via dalle SS durante un rastrellamento ad Amsterdam. La coppia fu trasportata in treno ad Auschwitz, da dove non avrebbe fatto piu’ù ritorno. Lo scorso anno l’uomo, un ex fisioterapista dell’Ajax, era riuscito a ottenere scuse ufficiali e una compensazione fino a 50 milioni di euro dalla Nederlandse Spoorwegen per conto di 500 olandesi sopravvissuti alla Shoah e di 5.500 loro parenti.

Le forze della sicurezza della Turchia hanno arrestato nove sospetti jihadisti dello Stato Islamico (Isis) accusati di voler compiere attentati durante l’Eid al Adha, la Festa del Sacrificio che si concluderà il 3 agosto. 

Nove persone, per lo più combattenti, sono state uccise giovedì in un attacco con autobomba contro un posto di blocco controllato dalla Turchia nella Siria nord-orientale, nel villaggio di Tal Halaf.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password