I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

27 Luglio 2020 – Da Soros 50milioni di dollari per Biden. Continuano gli scontri nella memoria di Floyd. Si cerca la pace in Armenia, Libia e Mali

Il magnate George Soros ha battuto ogni record di finanziamenti ai democratici in questo ciclo elettorale con donazioni per circa 50 milioni di dollari a supporto della candidatura di Joe Biden, ossia 30 milioni in più rispetto alle presidenziali del 2016. 

A due mesi dalla morte di George Floyd, l’afroamericano ucciso dalla polizia a Minneapolis durante l’arresto, non si placano le manifestazioni di protesta in tutti gli Stati Uniti. Da Portland a Seattle, da Louisville a Oakland, a migliaia sono scesi per le strade anche ieri sera. A Portland, Oregon, arrivata al 60esimo giorno di protesta, mille manifestanti hanno marciato verso il centro della citta’, intonando cori contro il razzismo e la brutalità della polizia. 

Il numero di vittime causate dalle forze di sicurezza del governo afghano e dai Talebani è rimasto pressoché invariato, secondo il rapporto. Le vittime civili degli attacchi aerei dell’esercito afghano sono invece triplicate rispetto alla prima metà del 2019. La pubblicazione del rapporto dell’Unama arriva nello stallo degli sforzi messi in atto per raggiungere la pace in Afghanistan.

Vladimir Putin e Recep Tayyip Erdogan, hanno discusso dei recenti scontri al confine tra Armenia e Azerbagian e “hanno espresso il loro interesse a risolvere la situazione di conflitto esclusivamente in modo pacifico, attraverso negoziati, e la loro disponibilita’ a coordinare gli sforzi per l’obiettivo della stabilita’ regionale”.

 “L’incaricato d’affari dell’ambasciata degli Stati Uniti in Libia, Joshua Harris, ha visitato Misurata per consultazioni con i leader libici sulla necessita’ di evitare un’escalation militare a Sirte e al-Jufra.

Il municipio di un villaggio indigeno nel Guatemala occidentale é stato dato alle fiamme la notte scorsa da una folla inferocita che protestava contro le misure di limitazione delle attività imposte per rallentare la progressione dell’epidemia di Covid-19. 

Il tribunale del Cairo ha confermato il prolungamento della detenzione preventiva, stabilito lo scorso 13 luglio, per l’attivista e studente dell’Università di Bologna arrestato nella capitale egiziana con l’accusa di “diffusione di notizie false”, “incitamento alla protesta” e “istigazione alla violenza e ai crimini terroristici”. 

E’ bufera sul campione di Formula 1, Lewis Hamilton, dopo un suo post sul suo profilo Instagram – con 18,3 milioni di follower – in cui aveva condiviso un video di anti-vax che accusava Bill Gates di mentire sulle sperimentazioni del vaccino anti-Covid-19. 

I leader della Comunità economica dell’Africa occidentale (Ecowas) chiedono la rapida creazione di un governo di unità in Mali e un nuovo voto dopo le controverse elezioni degli scorsi mesi, con la minaccia di sanzioni contro coloro che si oppongono agli sforzi per risolvere la crisi nel Paese. 

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password