I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

26 Luglio 2020 – 18 delle 20 città più monitorate da webcam è in Cina. Nuova strage in Darfur. Giappone impone 70% in smartworking

Il sito internet britannico Comparitech fornisce un dato sullo stato del controllo nella Repubblica popolare: 18 delle 20 città più monitorate al mondo sono in Cina.

Oltre 60 persone sono state uccise e altre 60 ferite in un massacro compiuto da uomini armati in un villaggio nello stato del Darfur dell’ovest, in Sudan. 

Il governo giapponese richiederà alle aziende di assicurarsi che almeno il 70 per cento dei loro loro dipedenti lavori da casa. L’ha affermato oggi il ministro per la rivitalizzazione economica Yasutoshi Nishimura.

Dopo il voto in Parlamento che ha revocato l’incarico del primo ministro Hassan Ali Khaire, Internet è stato bloccato in Somalia. Lo afferma Netblocks, segnalando che la connettività del paese è scesa sotto il 30 per cento del normale. Il blocco ha colpito maggiormente la città di Mogadiscio.

I presidenti di Russia e Ucraina, Vladimir Putin e Volodymyr Zelensky, hanno tenuto oggi un colloquio telefonico nel corso dl quale hanno valutato positivamente le misure aggiuntive per attuare un cessate il fuoco nel Donbass. Lo riferisce l’ufficio stampa del Cremlino in una nota.

L’esercito israeliano ha annunciato oggi che uno dei suoi droni è precipitato oggi sul Libano. L’esercito pachistano ha dichiarato invece di avere abbattuto un drone spia indiano che aveva violato lo spazio aereo del Pakistan nella regione del Kashmir. 

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha dichiarato che all’Iran non sarà permesso di stabilire una base militare in Siria, sul confine settentrionale di Israele.

La vita dei lavoratori stagionali in Spagna è in serio pericolo a causa delle loro ”deplorevoli” e ”degradanti” condizioni abitative. Lo ha dichiarato a Ginevra il Rappresentante Onu per la povertà estrema e i diritti umani, Olivier De Schutter. 

Circa 800 imprenditori e consulenti italiani e iraniani hanno preso parte ad un forum virtuale sul possibile sviluppo delle relazioni economiche tra i due Paesi. L’evento online, intitolato ‘Le relazioni economiche tra Italia e Iran nell’attuale contesto: il settore non petrolifero, il ruolo delle piccole e medie imprese e il sostegno della Ue’, e’ stato ospitato da European House – Ambrosetti.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password