I più letti

Categorie

  • Nessuna categoria

10 Gennaio 2021 – Vicina la seconda richiesta di impeachment a Trump, zero probabilità di vittoria per i dem. Honduras, pesanti accuse al presidente Hernandez per finanziamenti dal narcotraffico. Oms vaglia Sputnik V

Documenti della Procura federale di New York, Distretto meridionale, contengono gravi accuse contro il presidente dell’Honduras, Juan Orlando Hernandez, che avrebbe ricevuto milioni di dollari da trafficanti di droga in cambio di un aiuto all’esportazione di cocaina negli Stati Uniti. 

Il secondo impeachment per Donald Trump sembra ormai in dirittura di arrivo. Mentre il partito repubblicano continua a perdere pezzi, con un secondo senatore che chiede le dimissioni del presidente, i democratici fanno fronte comune e si apprestano a presentare ufficialmente lunedì il testo per la messa in stato di accusa del presidente. Joe Biden tace di fronte alle grandi manovre del suo partito, ma lascia trapelare un certo scetticismo. D’altra parte i numeri necessari per vincere non sorridono ai Dem come sottolineato a più riprese dal giornalista Rampini.

Un commando armato ha fatto irruzione a Florencia, dipartimento colombiano di Caqueta, in uno spazio dove si stava svolgendo una battaglia fra galli, uccidendo tre persone e ferendone varie altre. Tutti i morti erano incensurati. Il Governo ha offerto una ricompensa di 50milioni di pesos (12mila euro) per chi fornisce informazioni per rintracciare i responsabili.

Il partito Nur Otan ha vinto con una schiacciante maggioranza le elezioni legislative odierne del Kazakhstan secondo gli exit poll dell’istituto di ricerca Public Opinion: alla forza politica dell’ex presidente Nursultan Nazarbayev è attribuito il 79,1 per cento dei voti. 

Il primo turno di consultazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) sulla concessione dell’autorizzazione per l’uso di emergenza del vaccino anti-Covid russo Sputnik V si svolgerà verso fine gennaio. Lo ha annunciato il consigliere del ministero della Salute russo, Sergej Glagolev.

Il ministro degli Esteri egiziano, Sameh Shoukry, ha ricevuto oggi l’omologo e vicepremier giordano Ayman Safadi, alla viglia dell’incontro quadripartito tra Egitto, Giordania, Germania e Francia che si terra’ domani al Cairo per rilanciare gli sforzi volti a porre fine all’attuale situazione di stallo nei colloqui di pace israelo-palestinese. “Durante l’incontro le parti hanno riscontrato una visione comune sugli sviluppi regionali e internazionali, in particolare le crisi in corso in Siria, Libia e Yemen“.

Condividi questo post

Nato a Torino il 9 ottobre 1977. Giornalista dal 1998. E' direttore responsabile della rivista online di geopolitica Strumentipolitici.it. Lavora presso il Consiglio regionale del Piemonte. Ha iniziato la sua attività professionale come collaboratore presso il settimanale locale il Canavese. E' stato direttore responsabile della rivista "Casa e Dintorni", responsabile degli Uffici Stampa della Federazione Medici Pediatri del Piemonte, dell'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte, dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Piemonte. Ha lavorato come corrispondente e opinionista per La Voce della Russia, Sputnik Italia e Inforos

    Leave Your Comment

    Your email address will not be published.*

    Forgot Password